Comitato Territoriale

Ancona

Ciao Mix, uomo di sportpertutti, di attenzione all'ambiente e ai diritti

Il 1 maggio del 2002 se ne andava Gianmario Missaglia, presidente storico dell'Uisp. Il ricordo dell'associazione attraverso i suoi scritti

Fu giornalista, scrittore e precursore di una moderna idea di sportpertutti così come oggi lo conosciamo.
Gianmario Missaglia nacque a Senago (Mi) il 4 novembre 1947. Fu presidente nazionale Uisp dal 1990 al 1998, guidò l'associazione nel delicato passaggio dallo "sport popolare" allo "sport per tutti", sancito nel Congresso nazionale del 1990 a Perugia. L'Uisp di Missaglia lanciò alcune memorabili iniziative di sport sociale e per tutti, come il premio "Sport e solidarietà" che nel 1990 fu assegnato a Mohammed Alì e l'edizione 1996 di Vivicittà, che si corse a Sarajevo, città martire della guerra nell'ex Jugoslavia.

L'Uisp ricorda Missaglia per il suo acume di pedagogista sempre pronto a trasmettere valori e impegno civile attraverso lo sport. Ancora oggi, a 15 anni dalla sua scomparsa, viene ricordato  come un punto di riferimento per l'Uisp e per la moderna concezione dello sportpertutti.

Nel 2012 venne dedicata a Missaglia la pubblicazione monografica "Stile Libero", realizzato in collaborazione con "Il Discobolo", rivista nazionale Uisp della quale Missaglia fu direttore dal 1993 al 2002. Nell'inserto centrale della rivista è possibile leggere alcuni brani tratti dai libri e dagli articoli di Missaglia, insieme a brevi ricordi di persone che hanno collaborato con lui, a cominciare dai giornalisti Massimo De Luca, Valerio Piccioni, Giuseppe Smorto, Aligi Pontati, Giambattista Notarianni, Gianni Bondini, Ruggiero Palombo, Francesco De Vitis, Simonetta Lombardo. E ancora, abbiamo raccolto le didediche di Gabriella Stramaccioni, Barbara Anglani, Nuccio Jovene. (I.M.)