Struttura di Attività Nazionale

Calcio

Gli interventi dei Responsabili di Settore al Seminario di Montecatini

Per chi c'era... E per chi non c'era... Una carrellata con gli interventi dei Responsabili di Settore durante il Seminario di Montecatini

 

Parma, 04 dicembre 2017 – www.uisp.it/calcio ripropone a tutti i soci gli interventi dei dirigenti nazionali durante il seminario di Montecatini Terme di sabato 25 e domenica 26 novembre scorsi.
Un modo “diverso” per far sì che tutti i presenti, ma anche chi a Montecatini non c’era, possano avere una traccia da seguire in questo rinnovato percorso contrassegnato dal Patto Associativo, per un Calcio sempre più Sociale.

Alessandro Baldi, Responsabile S.d.A. Calcio Nazionale
Patto Associativo e Calcio Sociale sono due temi fondamentali che la nostra Associazione deve sviluppare per migliorarsi. Per quanto riguarda il primo punto deve esserci una forte sinergia tra la S.d.A. Nazionale e quelle Territoriali per conoscere il territorio nel quale operiamo. E calcio sociale perché i valori della Uisp e dello sport devono essere mezzi di inclusione ed integrazione sociale. Dobbiamo essere portatori dei valori positivi che lo sport trasmette con grande concretezza in tutti i livelli della nostra Associazione. Dobbiamo essere una grande Uisp, adoperando un solo statuto ed un solo regolamento.
C’è bisogno di coinvolgere dirigenti e territori. Nessuno pretende di esibire magie o chissà quali cilindri da cui estrarre il coniglio, ma un’adeguata conoscenza del territorio, per arrivare alle problematiche e alla criticità. Le vicende del patto associativo acquisiscono ancor più risalto quando accadono eventi quali la mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali. Dobbiamo condividere un percorso, adattare le regole ai tesserati, instaurare un momento ludico e ricreativo che prefiguri un vero calcio sociale. Il tutto facendo innovazione e guardando ai principi più cari al mondo Uisp, a partire dalle disabilità e dagli anziani. Quando sento certi discorsi sullo Ius Soli, lo scetticismo prende il sopravvento, perché lo Ius Soli è già presente nel Calcio Uisp, è già parte integrante e preponderante. Vogliamo una sola Uisp, non tante piccole Uisp. Di mezzo, c’è una sintesi da fare tutti assieme, mettendoci la faccia e prendendoci tutte le responsabilità del caso nei confronti dell’Associazione”.

Antonio Marciano, Responsabile Settore Innovazione e Sviluppo S.d.A. Calcio Nazionale
“Stiamo portando avanti con grande orgoglio il progetto del Calcio Camminato. Il Calcio Camminato estende il calcio a chi non ha più le capacità atletiche, ma può esibire qualità tecniche e tanta voglia di giocare ancora. Ad ora sono tre i comitati che possono vantare questo tipo di attività: Milano, Bologna e Reggio Calabria, ma con la dovuta promozione proveremo a farlo conoscere lungo tutta la Penisola, mettendo nel mirino le Finali Nazionali previste per il 23/24 giugno. Il Calcio Camminato, che è nato in Inghilterra e che si è fatto conoscere con una rete capillare di contatti rappresentati dai centri sociali, vale da intrattenimento ludico-ricreativo a scopo terapeutico: oltre agli indubbi benefici sulla salute, ci sono i temi più cari allo sport di squadra, a partire dal rispetto delle regole fino al corretto approccio alla competizione”.

Luca Dalvit, Responsabile Settore Disciplina S.d.A. Calcio Nazionale
“La Uisp rappresenta un unico ente e come tale deve avere una propria disciplina e normativa. Abbiamo valori importanti ed il calcio deve esprimerli. Il socio del nostro ente deve essere il fulcro e deve essere consapevole di tutte le scelte e le decisioni. E poi serve essere omogenei ed uniformi nelle applicazioni delle regole perché la disciplina sottolinea i nostri valori di non discriminazione e di rapporto costante con i nostri soci. Dobbiamo tutti adeguarci a norme disciplinari comuni. L’Unione Italiana Sport Pertutti è il primo ente di promozione sportiva ed è l’unico ad essere dotato di un regolamento proprio. Sappiamo bene allora che cos’è la diversità: la diversità è un concetto da trasmettere a tutti i soci, perché un socio consapevole è il socio che sa di aver compiuto una scelta. Giochiamo o dirigiamo perché abbiamo scelto di giocare o essere dirigenti in Uisp. La struttura nazionale c’è, è presente: chiedete, sfruttateci e siate stimolanti; instauriamo rapporti costanti e non una tantum. Se lo stimolo si ferma, il patto associativo non funziona. E lo stimolo è quello di una Uisp sola, anche agli occhi dell’esterno”.

Francesca Turchetti, Responsabile Attività S.d.A. Calcio Nazionale
“Per dare maggiore risalto ed augurarci maggiore successo di partecipazione abbiamo ridotto i giorni delle fasi nazionali che si svolgeranno per il calcio a 11 nei giorni dal 22 al 24 giugno dove avremo anche l’importante introduzione del Calcio Camminato. Avremo anche giornate dedicate al calcio giovanile dal 25 al 27 maggio.”

Federico Cocchini, Responsabile Formazione S.d.A. Calcio Nazionale
“Stiamo portando avanti un’attività di formazione costante e ci serve il fondamentale supporto dei territori. Dobbiamo cercare di fidelizzare le figure che operano a livello territoriale per rendere tutti partecipi delle nostre attività. Attraverso la formazione, dunque, si può far conoscere meglio la nostra associazione ed apportare nuova linfa.”

Massimiliano Bertoli, Responsabile Settore Tecnico Arbitrale S.d.A. Calcio Nazionale
“La funzione del Settore Tecnico Arbitrale è ovviamente quella di parlare di regolamento, che deve essere il collante per tutte le persone che vi operano. La qualità arbitrale deve essere anche il mezzo per fermare tutta la miriade di associazioni che ci insidiano tutti i giorni. La nostra qualità non è certo bassa, ma l’uniformità nelle decisioni è ancora ferma al 73%, e per questo deve crescere. Servono maggiori tecniche, più comunicazione e partecipazione. Il Patto Associativo per noi deve rappresentare un unico gruppo dove potersi interfacciare e parlare per sentirsi tutti parte forte ed integrante della Uisp. Solo così il nostro Calcio Sociale potrà rappresentare quello che vogliamo. Serve una cura basilare in chiave nazionale, per poi affinarla in chiave regionale e territoriale. Solo così otterremo un processo di formazione realmente strutturato, nell’ottica di una macchina completa in ogni tassello. Servono apertura e disponibilità, consci della direzione da seguire. 15 milioni di persone in Italia vogliono fare uno sport di qualità. Allora compattiamoci e individuiamo dei tratti comuni per tutti, nel modus operandi ma anche nei loghi. Uniformiamo il regolamento e la frequenza delle riunioni tecniche; dedichiamo agli arbitri una piattaforma e una banca-dati; individuiamo formatori qualificati attraverso macro-aree ben definite.”

Alessandro Baldi (domenica, chiusura dei lavori)
“Abbiamo goduto della presenza e dell’apporto di un centinaio di dirigenti calcistici, che rappresentano tutte le regioni. Non posso che essere felice. C’è voglia di impegnarsi per il calcio giovanile, in linea con le parole emerse lungo questa due giorni dedicata al Patto Associativo e al Calcio Sociale: mettiamoci la faccia, rispetto all’Associazione e rispetto alle manifestazioni. Andiamo vanti con responsabilità, con il contributo di tutti! Sarete sollecitati in questo senso dalla Struttura Calcio Nazionale, ma è questo il nostro compito, e questo è l’obiettivo dichiarato. Per una sola Uisp.”

 

Tweets by NazCalcioUisp

 

 

TITOLI ASSEGNATI 2017

Coppa Nazionale UISP

  • La Ferruzza di Empoli - Toscana
  • Sporting Fiumefreddo - Sicilia (Coppa Disciplina)

Coppa Amatori UISP

  • Santa Sabina di Perugia - Umbria

Rappresentativa Calcio a 11 Maschile

  • Empoli - Toscana
  • Bra - Piemonte (Coppa Disciplina)

Rappresentativa Calcio a 5 Maschile

  • Settimo Cirié Chivasso - Piemonte
  • Arezzo e Firenze - Toscana, Cirié Settimo Chivasso - Piemonte (Coppa Disciplina)

Rappresentativa Calcio a 5 Femminile

  • Settimo Cirié Chivasso - Piemonte
  • Siena - Toscana (Coppa Disciplina)
  • Firenze - Toscana (Coppa Amicizia)

Finali Nazionali Calcio a 11

  • Le Querci (Pistoia) - Toscana

Finali Calcio a 5 Maschile

  • Non assegnato

Finali Calcio a 5 Femminile

  • Le Colombine (Perugia) - Umbria

Rassegna Calcio a 7

  • Sporting Mola (Bari) - Puglia

Finali Calcio a 11 Over 35

  • Club Forza Forlì (Forlì Cesena) - Emilia Romagna