Struttura di Attività Nazionale

Ciclismo

Due giornate intense di... Footbike

Storia di un record

Avevamo dato notizia nei giorni scorsi dell'iniziativa, andata in scena il 27 dicembre scorso a Ferrara in Piazza Ariostea.
Un progetto con diverse finalità, intanto quella di promuovere il “traffico sostenibile”, tema che tanto sta a cuore a molte città congestionate dalle auto e da mezzi pubblici poco o meno efficienti di quanto si vorrebbe.

Secondo punto quello di fare conoscere e dare più visibilità ad una disciplina emergente, il Footbike o monopattino sportivo.
Mezzo nuovo nel nostro paese, che avvicina la pratica sportiva a tutti e, come slogan UISP recita... quando è “per tutti”, noi siamo sempre attivi e presenti.

Il terzo punto era citato... , per così dire, un tantino in sordina.
Una sfida importante, come ogni record, ma soprattutto una gara contro se stesso, per Bruno Romani.

Ma lasciamo la parola proprio a Bruno, giustamente soddisfatto della sua prova.

Romani a caldo... com'è andata ?

Sentivo la necessità di concludere questo 2017 con una sfida importante.
Gratificante, ma anche molto faticoso, portare a termine un impegno del genere, con questa 24 ore che mi ha insegnato molto.
Intanto lo stimolo che ha reso l’impresa importante è stata la raccolta fondi a favore dell’associazione Giulia, che da anni si occupa di progetti mirati ai bambini affetti da patologie oncologiche del territorio ferrarese.
Certo,, le condizioni meteo non proprio favorevoli non hanno aiutato il mio sforzo ed hanno anche limitato l'accesso di pubblico ma sono comunque contento che i presenti mi abbiano incoraggiato, sia con l'incitamento sia con le offerte.
Sono stati raccolti 195,00 euro, magari non è molto ma è sempre utile.
Devo anche ringraziare il comune di Ferrara per avermi ospitato ed aver concesso l'utilizzo della piazza Ariostea come palco per la mia sfida.

Era in ballo un record, il record italiano di questa specialità vero ?

Si, lo dico sottovoce ma è così.

Perché sottovoce, ci risulta che l'obiettivo sia stato centrato

Si è vero, record italiano ma siamo ancora lontani dai record a livello europeo in questa disciplina.
In queste 24 ore ho percorso 258,1 km alla media oraria di 10,75 Kmh, mentre atleti più preparati hanno percorso distanze più consistenti.
A livello maschile stiamo su 570 Km ed a livello femminile su 438km nell'arco delle 24 ore.
La mia sfida è ancora a livello ‘artigianale’ (con rispetto parlando) quindi migliorabile, vorrà dire che alla prossima occasione c'è margine per fare di più.

Piglio combattivo Romani, che dobbiamo attenderci per la prossima sfida ?

Ho già in cantiere, per la prossima primavera, una Milano-Lecce da realizzare in più giorni.
Tecnicamente sono più di 1200 km, sarà un bell'allenamento

Accipicchia, allora complimenti per il record ed alla faccia del progettino.
Non resta che augurarle in bocca al lupo e passare la parola a Maria Turra, responsabile del settore Footbike in seno ad UISP Ciclismo.

Forse ripetiamo la domanda ma… per te com’è andata ?

Intanto la soddisfazione per l’iniziativa.
E’ un primo risultato, che ci ha permesso di fissare un punto, poi l’intenzione è quella di continuare a promuovere il  monopattino sportivo,  facendo capire che è una cosa alla portata di tutti.
Inserire eventi Footbike a latere di eventi ciclistici, con uscite non competitive è una delle idee da portare avanti.
Ci interessa soprattutto divulgare il nostro mezzo in ambito urbano e turistico, dove l’utilizzo sia alla portata di tutti, tuttavia il monopattino a ruote grandi (come dimostra la 24 ore) si presta anche a prestazioni sportive di tutto rispetto.

Restiamo quindi nell’ottica di un nuovo tentativo di “record”, in futuro, ma tenendo in considerazione un approccio meno improvvisato.
Siamo partiti da una sfida personale, che non era stata concepita per essere visibile, si è trasformata in un evento pubblico dove è stato comunque fissato un record italiano, grazie all’ impegno e alla determinazione di Bruno.
Una strategia adeguata al tipo di sforzo prolungato, una sede più adatta, un percorso più selezionato come una pista di atletica, sarebbero stati elementi importanti per ottenere un risultato migliore, in linea con i record europei.
Diciamo che abbiamo fatto esperienza
Vorremmo non fermarci all’iniziativa dell’uomo solo: aggiungere, ad esempio,  una staffetta che si affianchi al tentativo di record, fungerebbe da supporto “mentale” e costituirebbe una sfida nella sfida.

Anche nell’occasione di questa prova ci sono stati dei validi sostegni in aiuto a Romani.
Anzi approfitto per ringraziare tutti coloro che hanno aiutato, in particolare UISP Ferrara, Enrico Balestra per il supporto logistico ed Andrea De Vivo per tutto l’impegno che ci ha messo.

Quindi nuovo tentativo e continuare la promozione del mezzo.
C’è un calendario delle manifestazioni Footbike ?

Stiamo lavorando per organizzare manifestazioni in un calendario nazionale, affinché le footbike trovino la loro collocazione in eventi sportivi già collaudati: i praticanti sono ancora pochi e preferiamo affiancarci a discipline a noi affini, per dare maggior visibilità al nostro sport emergente.

Di certo un raduno come per il 2017 svolto a Rimini dove si organizzeranno diverse iniziative.
Lezioni gratuite di Footbike aperte a tutti e “test footbike”

Ripeteremo le ottime esperienze a margine di eventi collaudati come i vari ‘Sunrise ride’ e ‘Bike Night’.
Insomma esperienze divertenti a ritmo lento che sono consone all’idea che vogliamo promuovere.
Abbiamo tanto lavoro davanti, tante le idee in movimento ed appena disponibile pubblicheremo sul sito UISP Ciclismo.

Qui le FOTO
Grazie Maria e forza Footbike

 

 

 

Squalificati UISP

Formazione UISP Ciclismo

FB

Facebook Uisp ciclismo

TW