Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Azio Minardi è il nuovo presidente Uisp Reggio Emilia

Sport, Terzo settore e associazionismo: al congresso reggiano del 3 dicembre, nella Cantina di Albinea Canali, la democrazia al centro del dibattito

Azio Minardi, neo presidente Uisp Reggio Emilia, ex assessore ed esperto di comunicazione

di Ilaria Cumali

 

REGGIO EMILIA - "Lo sport è coesione sociale. Le sfide del futuro le affronteremo insieme alle associazioni sportive ma siamo pronti a contaminarci con le realtà più avanzate ed innovative del mondo associativo reggiano. Insieme è meglio". Con queste parole, Azio Minardi, neo eletto presidente Uisp Reggio Emilia, traccia il futuro dell'associazione nei prossimi anni di attività. La nomina, avvenuta in occasione del XVIII congresso territoriale, si è svolta nella mattinata del 3 dicembre alla Cantina di Albinea Canali. Una platea gremita, composta da soci e dirigenti, ha salutato la presidente uscente Silvana Cavalchi, che conclude il suo quadriennio di attività con un bilancio positivo, percepibile dalla partecipazione numerosa e attiva del pubblico in sala.

Un passato da assessore al Comune di Montecchio Emilia e la presidenza di due importanti realtà sportive del territorio, fanno di Minardi una personalità avvezza alle problematiche e alle esigenze del mondo dello sport, capace di fronteggiare il futuro. "Tante - ha detto Minardi - sono le attività e le competenze che la Uisp ha saputo sviluppare a vantaggio delle persone e della società. Le sfide sono molte e le affronteremo insieme alle associazioni sportive, mettendoci competenza, esperienza, innovazione e creatività". 

Il congresso di sabato è stato un'occasione importante per analizzare e discutere temi e settori in cui la Uisp opera: dalla sanità all'educazione, dai bisogni individuali alle esigenze della comunità, che hanno evidenziato l'importanza dell'associazione nel contesto del territorio locale. Susanna Calanchi, nella relazione di chiusura del proprio mandato, ha ribadito il binomio sport e benessere sociale e l'impegno della Uisp di mettere al centro la persona prima della prestazione.

Tante le autorità che hanno contribuito al dibattito: il sindaco Luca Vecchi, il presidente della Provincia Giammaria Manghi, il nuovo presidente della Fondazione per lo sport Leopoldo Melli, l'assessore di Quattro Castella Danilo Morini, il presidente Uisp Emilia-Romagna Mauro Rozzi, Doriano Corghi per il Coni, dirigenti dell'Ausl di Reggio Emilia e dell'Azienda ospedaliera. Il sindaco, salutando il nuovo presidente Uisp, ha ricordato il "grande valore che ricopre lo sport nella società, capace di influenzare positivamente il comportamento individuale e sociale".

Plauso per il nuovo Consiglio per la ricca giornata di contenuti anche da parte del presidente Uisp Emilia-Romagna Mauro Rozzi: "Il mondo fuori da Uisp ci chiede aiuto perché ha bisogno della nostra progettualità, delle competenze e delle idee di una grande associazione che in questa tornata congressuale è chiamata al rinnovo di se stessa e di quel patto sociale con i propri soci, ai quali dovremo offrire nuove opportunità per nuovi bisogni".

Uisp-a-mente

FuoriArea.Net

La Uisp in tasca

Progetto Cuore