Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Giorgio Baroni rieletto presidente della Uisp Modena

Il 19 dicembre, nella polisportiva Modena Est, si è svolto il congresso del comitato locale Uisp. Sono stati ben 98 i delegati presenti alle votazioni dopo un dibattito ricco di spunti

della redazione Uisp Modena

MODENA - È stato rinnovato ieri, al termine di un congresso ricco di spunti e di interventi interessanti e propositivi, il consiglio provinciale Uisp Modena, che ha poi rieletto Giorgio Baroni nella carica di presidente. Circa 100 i delegati con diritto di voto presenti, per un consesso che ha visto alternarsi sul palco dei relatori il presidente e tante autorità dell’amministrazione modenese e regionale e dell’Uisp Emilia-Romagna.

I punti principali della “gestione del cambiamento” richiesta dallo stesso Baroni riguardano gli impianti e la riorganizzazione del terzo settore, con uno spunto critico verso il ruolo accentrato e del Coni: «Va separata nettamente la gestione dell’impianto dalla gestione dell’attività – ha raccontato Baroni parlando delle tante strutture che Uisp Modena organizza da qualche anno –. Per questo servono formazione, reperimento di fondi e messa in sicurezza economica. Sappiamo che le risorse comunali sono sempre meno, ma è anche impossibile chiedere alle società di accollarsi tutte le responsabilità. C’è poi la questione del terzo settore: vogliamo vedere riconosciuto il nostro ruolo e quello dello sport in generale, troppo spesso snobbato. Le linee prodotte assieme a Coop Spazio sulla crisi delle polisportive, ad esempio, meritano attenzione e applicazione per una riforma che potrebbe essere epocale. Infine l’affidamento totale della delega nazionale allo sport al Coni sta mostrando tutti i suoi limiti, bisogna intervenire».

Hanno poi dato il loro contributo i dirigenti Paolo Belluzzi, parlando di disabilità e solidarietà, Fabia Giordano, responsabile del Progetto Benessere rivolto agli over 55, Vera Tavoni che ha presentato la questione delle gestioni in provincia di Modena. All’assemblea anche il saluto del sindaco Giancarlo Muzzarelli: «Sono contento che da più parti nello spettro politico oggi si riconosco il ruolo fondamentale dell’associazionismo, dello sport per tutti, delle polisportive su cui abbiamo fatto ripartire da due anni gli investimenti. Lo sport rimane un valore sì sociale ma anche economico, la nostra città ha un’ottima rete di servizi che va però diffusa tra coloro che ancora non la frequentano». Chiusura affidata al presidente regionale Uisp Mauro Rozzi: «In tutti i congressi provinciali cui sto partecipando trovo una grande voglia di dibattito e una marea di spunti per la politica territoriale e nazionale dello sport. Sono una ricchezza e un impegno che raccogliamo con entusiasmo».

La gallery del Congresso

Il video programmatico

La rassegna stampa

FuoriArea.Net

Differenze in Gioco

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp