Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Il Progetto Nemo diventa realtà

Si è chiusa domenica 29 marzo la seconda fase dell'iniziativa Uisp dedicata alla didattica della subacquea nel rispetto delle differenze e dell'integrazione

fonte: coordinamento attività subacquee Uisp Emilia-Romagna

 

RAVENNA - Conclusa a Ravenna, domenica 29 marzo, la seconda fase del Progetto Nemo 2015 che quest'anno ha visto impegnati cinque ragazze e dodici ragazzi, tra cui sei con disabilità intellettive e sensoriali. Il bilancio, anche per quest'anno è stato molto positivo perché i ragazzi hanno dimostrato di aver appreso le prime nozioni di subacquea (apnea e con autorespiratore), ma soprattutto, ed è lo scopo primario del progetto, di averlo fatto assieme con un percorso comune.

Lo staff, ancora una volta, si è dimostrato all'altezza di un compito assolutamente non semplice, mettendo in campo grande passione e grande professionalità per coniugare l'insegnamento della tecnica subacquea con i valori dell'integrazione e della condivisione degli sforzi, per un obiettivo comune, nel rispetto delle diversità di modi, di tempi e di abilità.

Oltre ai volti sorridenti dei ragazzi durante i mesi trascorsi assieme e ai riscontri positivi avuti dai genitori, il 28 febbraio scorso, è arrivato anche un riconoscimento a livello Nazionale, con la consegna del Premio Marcante a quello che è nato come un progetto, ma che ora è "Realtà Nemo".

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp