Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Innovare nella tradizione

Sabato 17 dicembre, nella sede Coni di Piacenza, il congresso del comitato dello 'sportpertutti' ha eletto il nuovo Consiglio. Presidente il ventisettenne Alessandro Pintabona

Da sinistra a destra: Alessandro Pintabona, nuovo presidente della Uisp Piacenza; Sabrina Olivè, presidente uscente della Uisp Piacenza; Mauro Rozzi, presidente Uisp Emilia-Romagnadella redazione Uisp Piacenza

PIACENZA - Cooperazione, disponibilità, passione. Sono queste le qualità che dovranno caratterizzare la Uisp di Piacenza per Alessandro Pintabona eletto alla presidenza del comitato sabato 17 dicembre, nella sede cittadina del Coni. "Partiremo dai punti fermi della nostra associazione - ha affermato - per poter cambiare e innovare in modo da saper rispondere sempre più alle esigenze dei soci". Pintabona, 27 anni, una laurea in scienze motorie e già responsabile delle attività estive della Uisp Piacenza, è uno dei tanti giovani che sono entrati a far parte del gruppo dirigente piacentino.

"Con l'elezione del nuovo Consiglio territoriale - ha dichiarato Mauro Rozzi, presidente della Uisp Emilia-Romagna - assistiamo a un profondo rinnovamento ma la sensazione non è quella di una sostituzione ma di un affiancamento. La nostra associazione ha ancora bisogno dell'esperienza di chi è stato per molto tempo alla guida dello 'sportpertutti' piacentino. Da parte nostra, la Uisp regionale mette a disposizione tutte le sue risorse per sostenere i progetti e le attività dei vari comitati locali a partire proprio dai percorsi di formazione dei dirigenti".

Della "necessità di cambiare rimanendo in equilibrio" ha parlato anche la presidente uscente della Uisp Piacenza Sabrina Olivè: "Lascio un'associazione segnata da un mondo in grande trasformazione ma pronta a intraprendere un nuovo viaggio. Il ricambio è vitale per ogni comunità, serve per rinnovare le idee e rinnovare è la premessa per restare forti e migliorare. Oggi si comincia con una nuova avventura".

Uisp-a-mente

FuoriArea.Net

La Uisp in tasca

Progetto Cuore