Comitato Regionale

Emilia-Romagna

La Uisp davanti al cambiamento

Uisp Emilia-Romagna e Toscana si ritrovano nell'ambito di un percorso comune di formazione. Romano Prodi, intervenuto durante una pausa dei lavori, aderisce a #CorroPer

della redazione Uisp Emilia-Romagna e Uisp nazionale

 

BOLOGNA - Romano Prodi ha fatto visita ai dirigenti Uisp che hanno partecipato all'incontro "La Uisp davanti al cambiamento", svoltosi a Bologna al teatro del Baraccano venerdì 27 marzo. L'iniziativa ha riunito i comitati regionali dell'Emilia-Romagna e della Toscana per riflettere sul futuro dell'associazione alla luce dei cambiamenti sociali in corso. E in questa sede la campagna nazionale Uisp #CorroPer un'altra idea di sport ha incassato un'altra prestigiosa adesione.

I lavori sono iniziati alla mattina seguendo il filo rosso di una metafora: la via Francigena unisce paesi e culture diverse, collega la Toscana e l'Emilia-Romagna, conduce lontano, coinvolge il corpo durante il cammino nella natura e nelle città. "Sentiamo l'esigenza - ha dichiarato Mauro Rozzi, presidente Uisp Emilia Romagna, all'apertura dei lavori - di parlare di temi trasversali alle politiche della nostra associazione ma che appartengono al contesto più ampio delle tematiche che attraversano il nostro tempo. Siamo abituati a guardarci dentro, spesso in modo autoreferenziale, dimenticando la realtà oltre lo sport. L'idea odierna è di dare vita a un percorso di riflessione per i nostri nuovi dirigenti. Ragionare quindi sul cambiamento, cercando strumenti, senza presunzione. Perché abbiamo davvero bisogno di energie nuove". Soddisfatto per la riuscita dell'appuntamento anche Matteo Franconi, presidente Uisp Toscana: "Un'associazione che guarda al futuro facendo interfacciare due realtà come quella emiliano-romagnola e quella toscana mostra il segno di un'apertura al cambiamento, che va letto sempre più in un'ottica di scambio e di servizio verso tutta l'associazione, nel suo complesso".

Il gruppo di dirigenti Uisp Toscana ed Emilia-Romagna al teatro del Baraccano di Bologna

Sia Rozzi che Franconi hanno sottolineato come l'appuntamento, al quale hanno partecipato circa 70 dirigenti Uisp, rappresenti la sperimentazione di un format da allargare a tutti i gruppi dirigenti regionali Uisp disponibili. Un percorso di formazione interna che ha visto Emilia-Romagna e Toscana come apripista, facilitato dall'economista Davide Conte che ha seguito per entrambi i regionali Uisp uno specifico itinerario formativo. Tra gli interventi della mattina quello di Flavia Franzoni, professoressa di scienze politiche dell'Università di Bologna. "Per lavorare sul territorio oggi ci vuole una maggiore conoscenza delle politiche sociali. E quindi bisogna avere buone scarpe per girare nei quartieri. Alle associazioni si dice sempre che sono parte del sistema di welfare, un concetto cui oggi si affiancano molti termini diversi, tra cui quelli importanti di comunitario e generativo. Ma non si deve perdere di vista il principio generalista di welfare, che ha al centro i diritti. L'associazionismo non deve supplire alle mancanze delle istituzioni, ma fornire servizi aggiuntivi, non sostitutivi. Altrimenti parleremmo di welfare compassionevole".

E sulla metafora del viaggio è rimasto concentrato padre Alessandro Caspoli, direttore dell'Antoniano di Bologna. "In un viaggio sono quattro gli strumenti fondamentali: le scarpe, lo zaino con l'essenziale, il bastone per sorreggersi e la borraccia per idratarsi. Così un'associazione in cammino deve dotarsi di strumenti e non temere il cambiamento. Anche il seme per tramutarsi in albero deve morire. Ma da questo cambiamento nasce una nuova e più grande vita". Nel corso dei lavori sono interevenuti anche Matteo Massi, giornalista; Alberto Benchimol, direttore generale della Fondazione per lo sport "Silvia Rinaldi "; David Marchiori, blogger e chef; Ambrogio Dionigi, giurista esperto di terzo settore. In conclusione i saluti di Vincenzo Manco e Simone Pacciani, rispettivamente presidente e vicepresidente nazionale Uisp.

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp