Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Michele Chendi nuovo presidente dell'Ado Emilia-Romagna

Nell'assemblea del 12 ottobre il nuovo dirigente subentra a Franco Degli Esposti: "Spero di portare energie nuove e favorire l'affiliazione di società vicine alla filosofia Uisp"

Foto di Antonio Amendola, Shoot 4 Changedi Fabrizio Pompei


BOLOGNA - Il 12 ottobre si è svolta a Bologna, nella sede della Uisp Emilia-Romagna, l'assemblea regionale dell'area disciplina orientali (Ado). Al termine della riunione sono stati eletti i membri del consiglio regionale e il nuovo presidente Michele Chendi. Chiara la linea politica che ha guidato le nomine: nessuna sovrapposizione delle cariche nazionali e regionali per garantire la massima attenzione al territorio.

In Emilia-Romagna infatti l'Ado è una realtà complessa: ha raggiunto un alto livello di organizzazione soprattutto nel judo e nel karate, due attività ormai collaudate. Lo yoga invece vive una strana contraddizione: sia a livello regionale che nazionale è la disciplina più praticata ma anche quella meno strutturata e più problematica da gestire. "Non è facile creare momenti di aggregazione - ha sottolineato Franco Biavati, presidente nazionale Ado, a margine del dibattito congressuale - dal momento che non esistono competizioni e la formazione ha carattere spiccatamente individuale".

Il neo eletto Chendi subentra allo storico presidente Ado Emilia-Romagna Franco Degli Esposti. "Sono entrato nella Uisp - afferma il neo presidente Chendi - circa 25 anni fa come karateka. In seguito ho fatto parte anche di federazioni che si ponevano obiettivi differenti ma grazie a queste esperienze ho apprezzato ancor di più la politica dell'Unione Italiana Sport Per tutti. Conosco la realtà dell'associazione soprattutto come atleta: non ho ricoperto finora ruoli dirigenziali ma frequentando per un anno la segreteria ho cercato di capire quali sono i problemi da risolvere con più urgenza. Anche se non nego un po' di timore per il nuovo incarico credo di poter portare energia nuova ed entusiasmo. Come prima cosa cercheremo di aumentare l'affiliazione di società sportive alla Uisp, puntando a creare un gruppo che ne condivida la filosofia sportiva".

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp