Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Resistente come un ciclista

Dieci giorni prima della Liberazione, il 15 aprile, a Cesena una cicloturistica attraversa i luoghi della Resistenza: un omaggio alle vittime della dittatura. Ermes Magnani ci spiega come è nata questa gara
di Lorenzo Bedussi

CESENA – "A poco più di 70 anni dalla Liberazione dal fascismo – leggiamo sul sito dell'evento – dramma e lutto che hanno invaso anime e territori sembrano sbiaditi"… per rinsaldare la memoria il circolo Arci Bagnile e la cooperativa sociale Terra dei miti con Anpi, Auser e Uisp, organizzano La Resistente: una gara che raggiunge lapidi e sacrari commemorativi della lotta partigiana nei dintorni di Cesena. La partenza domenica 15 aprile dalle ore 7:30 dal piazzale dell'Auser Cesena, ingresso via Mura Eugenio Valzania 22.

L'ordine e il momento della partenza saranno liberi, dal momento che la manifestazione è un raduno cicloturistico non competitivo, e all'arrivo sarà preparato un piatto di pasta per tutti. I percorsi disponibili sono due: uno breve di 30 km, con un punto ristoro a Bagnile, che arriverà in sei luoghi della memoria ed uno lungo di 60 km e 730 mt di dislivello. Quest'ultimo avrà un ristoro in  più, a Sorrivoli, e toccherà nove località commemorative. Ai partecipanti verrà fornito un depliant che racconta la storia di ognuno dei luoghi della memoria visitati.

Abbiamo chiesto a Ermes Magnani, collaborate del ciclismo nel comitato di Forlì-Cesena, di spiegarci come è nata questa prova in bicicletta: "la Liberazione è un momento fondamentale della storia italiana, per questo deve essere tematizzata e raccontata da più punti di vista". La commissione incaricata di scegliere le gare da mettere in calendario "ha accolto la proposta de La Resistente con entusiasmo – continua Ermes – così l'abbiamo inserita tra le 22 gare di campionato, accompagnandola da una pedalata cicloturistica accessibile a tutti".

Indispensabile la dedizione delle associazioni in questa realizzazione: "il contributo di Anpi e Auser è stato molto grande, così come noi della Uisp impieghiamo le nostre competenze più 'tecnico-sportive' loro si impegnano su tutto il resto, per esempio l'ottimo sito che hanno realizzato". Il circolo Arci Bagnile e la cooperativa Terra dei miti saranno aperti come punti di ristoro durante la corsa, rendendo più leggera e conviviale l'intera pedalata. "Il punto di forza di questa giornata - afferma soddisfatto Ermes - è che "è stata organizzata interamente da ragazzi giovani, tutti soci dell'Anpi che hanno meno di trent'anni ma ci tengono a ricordare le origini della nostra Repubblica".

Uisp-a-mente

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp

Progetto Assieme

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Il calendario della formazione Uisp Emilia-Romagna

Progetto Cuore