Comitato Regionale

Emilia-Romagna

La battaglia continua

A Imola, domenica 18 febbraio alle 16,30, la presentazione di "Lo sport del doping" di Sandro Donati, ex allenatore di Schwazer, che denuncia le responsabilità e i silenzi istituzionali sul doping

 

di Francesco Mazzanti

IMOLA – Il libro Lo sport del doping, che racconta la lunga e solitaria battaglia di Sandro Donati, ex allenatore della nazionale di atletica leggera e del marciatore Alex Schwazer, verrà presentato domenica 18 febbraio alle 16,30 nella sala delle Stagioni di via Emilia 25, a Imola. L'evento è promosso da Uisp Imola-Faenza e dal presidio del circondario imolese di Libera in collaborazione con Coop Alleanza 3.0, Cooperattivamente e Corso Bacchilega,.

Il libro, pubblicato nel 2012 per Gruppo Abele edizioni, denuncia le responsabilità di istituzioni sportive come Coni e Fidal nel favorire l'uso del doping e le colpe di medici e allenatori che promuovevano l'utilizzo di pratiche dopanti come l'emotrasfusione. Un sistema complesso che svela una stretta relazione tra alcune istituzioni sportive e gli ambienti malavitosi al punto che Sandro Donati parla di "doping di Stato", fenomeno che non riguarda solo l'ex blocco comunista ma anche paesi come Italia, Spagna e Grecia. Inoltre le denunce di Donati colpiscono anche il mondo amatoriale dei cosiddetti "tapascioni": sportivi definiti "patetici cinquantenni" dall'autore, disposti ad assumere sostanze, spendendo anche 800 euro al mese, per la vittoria di "un cesto gastronomico".

L'autore, che denuncia gli scandali del doping già dagli anni ottanta, è coinvolto da anni in processi giudiziari a seguito delle sue denunce. Continuare con la presentazione del libro dimostra la sua tenacia e il suo spirito di sacrificio per far emergere la verità in un ambiente in cui, spesso, è il silenzio a farla da padrone.

Uisp-a-mente

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp

Progetto Assieme