Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Sport e teatro al verde

Questa volta non si tratta dei tagli di una nuova finanziaria ma del progetto della Uisp Emilia-Romagna per la realizzazione di eventi ecosostenibili. Il prossimo appuntamento il 12 gennaio a Bologna con l'accademia "atletico-artistica" dei Kataklò

B-Side Experience, il 12 gennaio a San Lazzaro arriva l'Accademia Kataklòdi Fabrizio Pompei

 

SAN LAZZARO DI SAVENA (BO) - Sport, teatro, ambiente. La scommessa che la Uisp fa per il 2014 è di riunire questi tre temi in un unico evento. Alle 14 del 12 gennaio, infatti, nel PalaSavena di San Lazzaro (BO), si terrà "B-side experience", il concorso coreografico "ecosostenibile" della lega le ginnastiche Uisp tenuto dall'accademia Kataklò. Il gruppo, nato da atleti professionisti prestati al palcoscenico, si propone proprio l'integrazione del gesto atletico e di quello teatrale. Una fusione di sport e recitazione che dà vita a coreografie in cui all'abilità tecnica si unisce quella artistica. I gruppi coreografici Uisp potranno così avvicinarsi a quello che è un vero e proprio metodo di lavoro e di concepire la performance teatrale.

Gli eventi sportivi sostenibili della UispIl concorso con i Kataklò rappresenta la prima tappa dei sei "Eventi sportivi sostenibili" organizzati dalla Uisp Emilia-Romagna. Scopo dell'iniziativa è la realizzazione di appuntamenti sportivi ecosostenibili grazie a un uso attento delle risorse, alla raccolta differenziata e alla diffusione di buone pratiche per la salvaguardia dell'ambiente. Il progetto proseguirà fino al prossimo novembre con manifestazioni di automobilismo, calcio a 5, beach tennis e mountain bike, per chiudersi il 14 dicembre 2014 con la maratona di Reggio Emilia. Tutti eventi la cui ecosostenibilità sarà attestata dall'Istituto di certificazione etica e ambientale (Icea). Gli eventi - valutati con un marchio che a seconda del livello di sostenibilità varierà da un minimo di C a un massimo di A+ - saranno esperienze pilota per l'organizzazione di altri appuntamenti. Lo scopo finale sarà quello poi di produrre un manuale delle buone pratiche di sostenibilità degli eventi sportivi da mettere a disposizione della pubblica amministrazione regionale.

Non è la prima volta che la Uisp Emilia-Romagna lavora per garantire la qualità dell'offerta - sportiva e non - nel rispetto della natura. Grandi manifestazioni come Vivicittà, i Mondiali Antirazzisti, Bicincittà, il sessantesimo anniversario dell'associazione a Rimini 2008 o l'ultimo congresso regionale, con l'uso di materiale riciclato e biodegradabile unito a pratiche sostenibili come il car sharing, testimoniano l'impegno della Uisp nell'organizzazione di eventi ecosostenibili, esperienze utili per la progettazione di future manifestazioni anche per altri enti e associazioni.

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp