Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Tornare alla normalità: la Uisp Modena presente a Mirandola e Medolla

Nel finesettimana del 9 e 10 giugno un'occasione per stare insieme alle popolazioni terremotate della bassa modenese: attività per bambini e raccolta fondi alla base di queste esperienze

di Alessandro Trebbi Redazione Uisp Modena


MODENA - La Uisp Modena continua con la sua attività nei campi e nelle tendopoli per cercare di attenuare, per quanto possibile, le difficoltà dei terremotati. Alcuni passi in tal senso sono stati compiuti già nel weekend del 9 e 10 giugno, con due belle giornate di sport per i giovani presenti nelle tendopoli della bassa modenese. Sabato 9 la lega calcio Uisp Modena è andata a Mirandola con due squadre giovanili per intrattenere e far giocare i bambini. Contemporaneamente nella località di Medolla, la lega pallavolo Uisp ha invece indetto un torneo di green volley che ha raccolto l'entusiasta partecipazione di molti persone, giovani e non. Alla domenica, sempre a Medolla, è scesa in campo la Romagna in una serie di partite di street basket: la squadra riminese "Passala", campione regionale Uisp 2012, ha deciso infatti di trascorrere la giornata in una delle zone più colpite dal sisma, dando spettacolo e facendo giocare i tanti ragazzi che stanno vivendo nella tendopoli. Grande vivacità nell'accampamento non solo per l'attività sportiva. Sempre nella giornata di domenica gli operatori Uisp hanno infatti dato vita anche a una tombolata e a vari momenti danzanti.

La voglia di rinascita della bassa modenese, ampiamente testimoniata da media locali e nazionali che stanno seguendo le vicende connesse al terremoto, è leggibile anche nello spirito di partecipazione con cui gli occupanti delle tendopoli hanno accolto le proposte degli operatori Uisp. Questi ultimi, peraltro, continueranno la propria attività di animazione per l'infanzia nelle tendopoli strutturata grazie a un accordo tra Uisp Modena e Save the Children. Un'opportunità, quella dei centri ricreativi estivi, che si sta rivelando sempre più indispensabile alle famiglie, per poter accudire e per poter impegnare il tempo libero dei tanti bambini che ancora non possono rientrare a scuola per via dell'inagibilità delle strutture. In linea con queste esigenze è stato anche aperto un centro estivo straordinario a San Marino di Carpi. Nel progetto del comitato modenese Uisp c'è anche quello di svolgere un ruolo di ammortizzatore sociale, garantendo agli operatori specializzati il lavoro che avrebbero dovuto svolgere nei regolari centri estivi anche in questi progetti attivati nelle tendopoli.

La Uisp cerca di darsi da fare anche con un aiuto economico concreto: la gara di solidarietà tra le società sportive per Medolla ha già fruttato 4.400 euro da destinare al ripristino del palazzetto del comune della bassa, mentre la lega atletica ha indetto una sottoscrizione interna tra le società del coordinamento provinciale deliberando anche l'aumento da 1 a 2 euro delle quote di iscrizione alle gare e destinando quell'euro in più alle popolazioni terremotate.

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp