Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Un congresso verde che riparte dal sisma

Il 23 e 24 febbraio all'hotel Raffaello di Modena l'ottavo appuntamento congressuale della Uisp Emilia-Romagna

Il marchio che certifica la sostenibilità ambientale dell'ottavo congresso Uisp Emilia-Romagnadi redazione Uisp Emilia-Romagna


MODENA - Parte dal territorio colpito dal sisma l'ottavo congresso della Uisp Emilia-Romagna, in programma all'hotel Raffaello di Modena il 23 e 24 febbraio. I lavori prenderanno il via alle 10,30 del sabato con una tavola rotonda intitolata "Nel territorio dello sport sociale". Rappresentanti dell'associazionismo di base, dei media e delle istituzioni interverranno per fare il punto sul supporto che lo sport ha garantito alle popolazioni colpite dal sisma dopo le scosse del 20 e 29 maggio scorso. Interverranno Teresa Marzocchi, assessore alle politiche sociali della Regione Emilia-Romagna; Stefano Vaccari, assessore allo sport della Provincia di Modena; Carlo Paris, giornalista di Rai Sport; i rappresentanti di Save the children e di tre associazioni sportive di Ferrara, Modena e Reggio Emilia; Filippo Fossati, presidente Uisp. A moderare l'incontro invece un altro presidente, quello uscente della Uisp Emilia-Romagna, Vincenzo Manco.

Dalle 15 spazio invece ai lavori e alle "liturgie" congressuali, con l'accredito dei delegati che dovranno eleggere il consiglio che voterà poi il nuovo presidente regionale, scegliendo tra i due candidati Paola Lanzon della Uisp Imola-Faenza e Mauro Rozzi del comitato di Reggio Emilia. Il congresso rappresenterà come da tradizione l'occasione per ripercorrere i quattro anni di mandato appena chiusi e per fare il punto sui risultati raggiunti con le relazioni del presidente uscente, del corpo dirigente, dei responsabili degli incarichi e con il dibattito che ne conseguirà.

Vera innovazione del congresso sarà poi il riconoscimento certificato di sostenibilità ambientale dell'evento rilasciato dalla società Punto 3 srl che, seguendo passo dopo passo l'organizzazione, ha conferito alla Uisp Emilia-Romagna il bollo "Eventi Sostenibili® Icea". Tra i punti di forza dell'organizzazione, già da ora figurano alcune "accortezze" ambientali quali la raccolta differenziata e l'uso di lampade a basso consumo nella sede del comitato regionale, la scelta di Modena come luogo per il congresso - centrale rispetto alla regione e ben collegata con treni e bus (che gli organizzatori invitano a preferire), l'invito a condividere le auto per raggiungere il congresso anche attraverso il portale di car-pooling Flootta.com. Completano il quadro della scelte ecosostenibili l'utilizzo di prodotti e ingredienti del menù sono a filiera corta, la preferenza per alimenti e bevande da agricoltura biologica certificati e l'uso dell'acqua di rete, la riduzione della carta attraverso la diffusione dei materiali congressuali su chiavetta Usb.

Manuela Claysset, presidente del consiglio regionale Uisp Emilia-Romagna che ha curato in prima persona l'organizzazione sostenibile del congresso, afferma: "Questo evento deve rappresentare un punto di partenza. Il solo congresso regionale è poca cosa infatti rispetto alla mole di manifestazioni che come Uisp organizziamo. La speranza è che questo approccio possa fungere da esempio e stimolo per tutte le altre nostre iniziative". Infatti proprio di iniziative "verdi" si parlerà nel corso della mattinata di domenica 24, con la premiazione delle società sportive che hanno partecipato a "Buone pratiche di sostenibilità in con…corso", rassegna per la certificazione ambientale delle grandi manifestazioni sportive organizzate nel 2012.

Scarica la scheda sulla politica di sostenibilità dell'ottavo congresso Uisp Emilia-Romagna
Scarica la presentazione di Flootta.com, portale per l'organizzazione semplice e diretta del car-pooling

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp