Comitato Territoriale

Ferrara

Volley sotto il cielo di luglio

Sabato 7 luglio presso la Casa Circondariale di Ferrara

Il caldo non ha fermato i pallavolisti della casa circondariale di Ferrara, preparati dal fedelissimo allenatore Michele Testoni, che hanno incontrato un gruppo di atleti provenienti da Castello d'Argile e Ferrara. Come da rituale, l'incontro è iniziato con una sfida tra le due formazioni che si sono poi mescolate in nuove squadre per dare vita a nuovi set amichevoli, moltiplicando le occasioni di gioco. L'evento, al suo terzo appuntamento nel 2018, si ripete mediamente cinque o sei volte l'anno e rientra nelle attività del progetto "Le porte aperte". L’attività motoria in carcere è resa possibile da un protocollo d’intesa a livello nazionale fra UISP e il Ministero della Giustizia, e a livello locale grazie ad una convenzione con il Comune di Ferrara avviata nel 2003 e rinnovata in questi anni. Anche il contributo del progetto, stanziato fin dal 2003, è stato rinnovato per i prossimi tre anni. A garanzia della buona riuscita dell'iniziativa vi è l'instancabile impegno della Commissione sportiva, composta dalle educatrici e dai rappresentanti dei detenuti. "Siamo molto soddisfatti del lavoro fin qui svolto - commenta il coordinatore del progetto Davide Guietti - confermato dal buon numero di partecipanti che si mantiene costante anche d'estate nonostante il caldo e nonostante le difficoltà tecniche rappresentate da una disciplina come la pallavolo, complessa e meno diffusa del calcio".