Comitato Territoriale

Firenze

Uisp Solidarietà - Progetti 2009

VINCOLI COMUNI REGOLE CONDIVISE - galleria fotografica
Progettato da UISP Solidarietà Regionale Toscana e realizzato da UISP Solidarietà Firenze.
Il progetto vuole coinvolgere le organizzazioni  e le società sportive in una campagna di promozione e sviluppo dei processi locali di partecipazione alla programmazione e organizzazione di iniziative educative, formative, culturali e sociali orientate alla realizzazione di interventi nell'ambito degli stili di vita attivi.
Istituti partecipativi, dunque: questa è l'espressione-chiave, ossia vincoli comuni e regole condivise per giungere alla costruzione di processi decisionali ricchi del sapere diffuso nella società. Attraverso lo sviluppo delle competenze della comunità civile e la creazione sistematica di opportunità favorevoli alla partecipazione solidale e condivisa, si può migliorare il tessuto sociale, culturale e ambientale e porre le basi per favorire lo stato di benessere dei cittadini. Gli stili di vita, l'ambiente nel quale viviamo e lavoriamo, i fattori sociali ed economici influenzano
direttamente la nostra salute e contribuiscono a determinare la qualità della vita e la possibilità di invecchiare bene.
Lo scopo del progetto è  coinvolgere volontari di  organizzazioni  e società sportive attraverso la  diffusione  di nuove forme e nuovi metodi di partecipazione, costruendo  istituti partecipativi , percorsi e regole condivise, per discutere i problemi grandi e piccoli di una comunità nell'ambito degli stili di vita e del benessere dei cittadini.


SPORT E LIBERTÀ
Attività di movimento e socializzazione all'interno della Casa Circondariale di Sollicciano e dell'Istituto Mario Gozzini.
Finalità e obiettivi:

  • Creare momenti di aggregazione tra i detenuti
  • Creare momenti di interazione tra i detenuti e gli agenti di custodia disponibili
  • Mantenimento fisico, piacevolezza del movimento, aumento del benessere
  • Recupero dell'autostima
  • Promuovere lo sport come strumento di reinserimento sociale con i seguenti obiettivi
  • Fare avere ai detenuti una cognizione delle regole dello sport da rispettare quale esempio di regole sociali
  • Dare strumenti per l'apprendimento di presa di responsabilità.

Il progetto prevede per l'anno 2009 l'organizzazione e coordinamento di:

  • n° 2 corsi di formazione (calcio e pallavolo)
  • n° 1 corso di ginnastica dolce (nuova attività)
  • n° 1 torneo calcio
  • n° 1 torneo calcetto
  • n° 1 torneo pallavolo
  • n° 1 torneo basket
  • n° 1 torneo soft-tennis (nuova attività)
  • Partecipazione (per il 3° anno) di alcuni atleti ospiti di entrambe gli Istituti alla gara podistica cittadina "VIVICITTA' 2009" (mesi di Aprile) e in concomitanza ove possibile organizzare una corsa podistica intorno le mura del carcere.

Le iniziative sono finalizzate ad educare i detenuti del carcere di Sollicciano all'attività tecnica del calcio, della pallavolo, del basket e delle nuove attività come il soft-tennis e la ginnastica dolce, intesa proprio come attività ludico-motoria e socializzante in grado di aiutarli ad accettare meglio la propria condizione.
Il progetto ha inoltre l'obiettivo di istruire i suddetti detenuti alle regole dei sopracitati sports cosicchè si rendano conto della necessità di attenersi ad esse nel rispetto della disciplina sportiva e degli avversari e quindi di attenersi anche alle regole della società in cui viviamo.
Creare dei momenti importanti per il benessere, "recupero" e il "rilancio" del fisico, degli ospiti del carcere di Sollicciano attraverso la costruzione di un corso di attività ginnica dolce.
I due percorsi formativi (pallavolo e calcio - 20 ore per corso) forniranno l'abilitazione ufficiale all'esercizio di giudice di gara (arbitro) per le attività dello Sport per Tutti. Tale abilitazione consentirà agli utenti di svolgere, al termine della pena, una funzione retribuita complementare a un reddito da lavoro continuativo.
Per il 3° anno i detenuti di entrambe gli Istituti prenderanno parte, così uscendo dalla struttura, all'evento podistico cittadino "VIVICITTA' 2009". I detenuti avranno l'occasione di condividere con tutti i cittadini un momento di "sport insieme".


UNIVERSICITTÀ
Universicittà è un progetto di potenziamento del sistema di relazioni tra le Facoltà nel territorio (la nuova articolazione dell'Università in sedi nel capoluogo e poli del decentramento metropolitano) e le facoltà del territorio (l'insieme di servizi alla didattica, allo studio, alla ospitalità e all'inserimento, alla mobilità tra i nodi).
Configura un modello di intervento in termini di rete territoriale di relazioni tra Università, governo delle città, realtà sociali, culturali ed economie locali, attraverso lo sviluppo e l'integrazione di competenze diverse per favorire l'inserimento abitativo degli studenti fuorisede e in generale favorire la qualità dell'abitare universitario nella realtà metropolitana fiorentina.
Finalità e obiettivi:
Mettere in comunicazione e promuovere processi e ambiti di integrazione fra popolazione studentesca universitaria e la città di Firenze individuando nella dimensione della qualità dell'abitare il focus su cui si declinano i seguenti 3 obiettivi operativi:

  • offrire un servizio di Agenzia della casa che promuova l'inclusione abitativa della popolazione studentesca e favorisca l'incontro fra domanda e offerta di alloggio
  • promuovere opportunità e attività per l'integrazione socio-culturale degli studenti universitari nel tessuto cittadino
  • sviluppare un sistema di partecipazione che permetta un attivo coinvolgimento degli studenti e dei diversi partner (vedi Accordo di Partenariato) nelle azioni progettuali.


LA CITTÀ CHE SI MUOVE - Giovani, movimento e partecipazione
Promuovere tra i giovani il senso civico, la partecipazione, la socializzazione, la multiculturalità nella riappropriazione degli Spazi pubblici.
Diritto allo sport e alla motorietà.
Lo sport e le attività motorie, da intendere come diritto, possono sviluppare attenzione, partecipazione attiva, superamento delle differenze, diritto alla salute, socialità, partecipazione e integrazione.
Due sono gli elementi che arricchiscono il progetto:

  • il fenomeno dell'abbandono della pratica sportiva e del conseguente rischio di sedentarietà, obesità ed emarginazione, da parte di molti giovani, circa il 50%
  • le difficoltà oggettive che incontrano i giovani stranieri (comunitari ed extracomunitari) ad intercettare le possibili occasioni motorie presenti nel territorio e quindi ad anticipare l'integrazione fra giovani e fra questi e la società.

"Camminare la città" è divenuta un'esperienza interessante ed innovativa.
Il progetto oltre a offrire opportunità ambientali e salutogene intende dare ai giovani occasioni di partecipazione e protagonismo che passano anche attraverso l'assunzione di responsabilità e decisioni sulla scelta degli obiettivi prefissati dal progetto.


INSIEME NELLO SPORT - promozione della qualita' della vita, socializzazione,  motorieta' e creativita'.
UISP Solidarietà Firenze è intenzionata a proseguire il proprio impegno teso a rispondere ai bisogni e ai diritti dei soggetti fragili quali anziani, disabili motori e psichici, giovani con problemi di devianza, etc., riducendone il decadimento psico-fisico e l'emarginazione sociale.
Intendiamo quindi organizzare "momenti" di attività motoria e/o laboratoriali , a sostegno di trattamenti specifici,  che promuovano la socializzazione, la partecipazione, la creatività e la vivibilità.
Nello specifico andremo a creare, con i cittadini frequentatori dei centri anziani e delle RSA, momenti pratici e di riflessine sui tre filoni principali (motorietà , socializzazione e alimentazione) essenziali per  una vita qualità e partecipata.
Con i cittadini, portatori di handicap fisico o motorio, intendiamo organizzare momenti di sport, dove misurarsi e conoscersi.
Per quanto riguarda i giovani dell'area del disagio intendiamo creare dei focus group dove poter riflettere sui temi della legalità, del doping e del tifo violento.
A fine attività saranno redatti e distribuiti dei reports.


SUPERCOPPA MULTIETNICA
La 1° supercoppa multietnica si è tenuta il 21 giugno 2009 presso il campo del Club Sportivo Firenze a Firenze. La manifestazione ha previsto un match "secco" tra la vincitrice del torneo di calcio multietnico MUNDIALITO 2008 - l'HONDURAS e la vincitrice del torneo multietnico COPPA CAMPIONI 2009 - l'ITALIA (gruppo di giovani universitari). All'evento hanno partecipato circa 100 ragazzi di diverse comunità.


TORNEO CALCIO A 5 TRA CENTRI DI SALUTE MENTALE
L'Uisp, in rete con le strutture dei centri, associazioni del territorio e con le proprie Leghe di attività, promuove un torneo di calcio a 5 con la partecipazione di 8 squadre.
Il torneo si caratterizza come utile percorso di motivazione, di incontro col contesto sociale più ampio, nonchè utile al mantenimento dello stato psico-fisico.
Le squadre (Centro diurno Q1, Centro diurno Q3, Centro diurno Q4 Busillis, Atletico Bisenzio, Polisportiva Rugiada, Ospedale Meyer, Casa famiglia ex-villino "Le panche") saranno suddivise in 2 gironi, un girone giocherà presso l'impianti della Trave (quartiere 5) l'altro presso gli impianti dell'Ass. Albereta 2000 (quartiere 3).
Le partite si svolgeranno con specifico regolamento che tenga conto della specificità dell'avvenimento.
La fase eliminatoria inizierà il 27 di aprile e si concluderà l'11 Maggio gli incontri si giocheranno nella giornata di Lunedì dalle 14:30 alle 16:00, le finali si giocheranno nella mattina di domenica 17 Maggio in concomitanza con la manifestazione "Incontriamoci...sull'Arno" a cui prenderanno parte, con prove sportive, attività ricreative e tavola rotonda finale, altre associazioni del territorio e le istituzioni coinvolte.


ESTATE ANZIANI
A fronte dell'esperienza della scorsa stagione, le associazioni A.N.Ce.S.C.A.O., Auser, U.I.S.P. hanno elaborato un programma di iniziative per l'Estate Anziani 2009.
Gli obiettivi dell'iniziativa sono:

  • Sostegno agli anziani soli nel periodo estivo
  • Promozione di stili di vita sani che, interpretando l'esistenza del singolo individuo nella sua complessità, allontanino nel tempo il rischio dell'emarginazione sociale, della non autosufficienza e, di conseguenza di un'inevitabile istituzionalizzazione.
  • Facilitare l'acquisizione di buone pratiche (dalla lettura all'attività motoria; dalla visita ai musei a un'alimentazione corretta) investibili anche autonomamente nel resto dell'anno con esiti positivi sulla qualità della vita,
  • Nella progettazione di questa proposta sono stati seguiti alcuni principi operativi, qui di seguito esplicitati:
  1. ETEROGENEITA' degli interventi. Le attività classiche rivolte agli anziani (gioco delle carte, ballo liscio, ginnastica leggera) saranno integrate ed affiancate da iniziative nuove, miranti non soltanto a rendere più durature e positive le ricadute - rispondendo a esigenze sinora marginalmente considerate -, ma a trasformare appuntamenti rivolti a un determinato target di utenti (gli anziani nel nostro caso), in manifestazioni che interessino la cittadinanza tutta, e quindi davvero capaci di promuovere efficaci politiche di integrazione/socializzazione
  2. PROMOZIONE  capillare ed anticipata.
  3. INTEGRAZIONE tra eventi. Pur garantendo l'autonomia programmatoria e gestionale di ogni singola associazione negli spazi di propria competenza, il calendario propone lo svolgimento di più attività in una stessa data. Attività che potremmo suddividere in:
  • MACROEVENTI (n. 4): più iniziative collegate tra di loro da una cena (es.: pomeriggio di trekking urbano; cena in locale attrezzato; partecipazione ai Notturni al Cenacolo)
  • MICROEVENTI (n. 20/30) - due o più interventi connessi da una merenda, buffet o cocomerata che sia (es.: Ballo liscio, cocomerata, proiezione di film)
  • Tale modalità faciliterà il maggior successo delle singole iniziative e una più facile pubblicizzazione delle stesse.

Per il presente anno è necessario che la pubblicizzazione parta al più tardi nel mese di maggio e si avvalga non solo dei canonici strumenti (depliant, manifesti, comunicati stampa ecc.), ma preveda vere e proprie FESTE DI PRESENTAZIONE (auspicabile la partecipazione di testimonial conosciuti) rivolte alla cittadinanza tutta - soprattutto ai soggetti che poi saranno fruitori del progetto e organizzate su ogni quartiere con la collaborazione e il coinvolgimento degli stessi Consigli di Quartiere e delle realtà associative territoriali (in primis le Reti di Solidarietà). 


Cercasi collaboratori per l’organizzazione dei Centri Estivi e Multisport a Firenze e provincia (Figline, Reggello, Sieci, Scandicci, Londa). Candidati qui!

-------------------------------------------

AVVISO OBBLIGO
CERTIFICAZIONE MEDICA CORSI PISCINA E PALESTRA
Ricordiamo che in ottemperanza a quanto previsto dalla normativa vigente, per la nuova stagione sportiva è necessario consegnare, all’iscrizione in piscina e in palestra, un certificato medico per attività non agonistica. Non è prevista certificazione medica per i corsi AFA (Attività Fisica Adattata).
DECRETO 28 FEBBRAIO 2018: Non saranno più sottoposti ad obbligo di certificazione medica, per l'esercizio dell'attività sportiva in età prescolare, i bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, ad eccezione dei casi specifici indicati dal pediatra.
 

-------------------------------------------


Cercasi personale laureato in scienze/motorie per potenziamento attività adulti e anziani e nelle scuole. Inviare curriculum a nuovistilidivita@uispfirenze.it

-------------------------------------------

Si comunica che attualmente la Piscina del Liceo Leonardo Da Vinci è chiusa per alcuni lavori di ristrutturazione. Pertanto le iscrizioni ai corsi della nuova stagione sportiva e le attività sono sospese. Ci scusiamo per il disagio.

 

PIATTAFORMA SERVIZI ASSOCIAZIONI SPORTIVE

 

SCRIVICI PER INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI

VANTAGGI PER I SOCI UISP

ASSICURAZIONE E DENUNCE SINISTRI

Assicurazione e Denunce sinistri

CERTIFICAZIONE MEDICA E SEDI CONVENZIONATE

Convenzioni visite medico sportive

FORMAZIONE E BANDI

formazione_bandi5

BIBLIOTECA DELLO SPORTPERTUTTI

biblioteca dello sportpertutti

UISPRESS AGENZIA DI INFORMAZIONE NAZIONALE

uispress agenzia di informazione nazionale

PAGINE UISP