Comitato Regionale

Lazio

Presentazione Corrintuscia 2017

Realizzare una rete di opportunità di pratica sportiva per tutte le persone della Tuscia attraverso la cogestione di impianti sportivi, la moltiplicazione delle occasioni di sport e l’offerta di servizi: questi sono gli obiettivi che si è data l’Uisp Viterbo in questa sua fase di rilancio. La manifestazione podistica “Corrintuscia” rappresenta il primo banco di prova, con circa 25 appuntamenti da febbraio a dicembre 2017 che toccheranno varie località del Lazio, dell’Umbria e della Toscana. Una manifestazione che prevede la collaborazione tra vari Comitati territoriali Uisp compresi nel territorio della Tuscia. La presentazione si terrà venerdi 10 febbraio nello spazio attivo Bic di Viterbo.

“L’interazione tra sport e sociale è la chiave di volta del programma del nostro Comitato per  rafforzare il rapporto con la popolazione – dice Luca Bisti, neopresidente Uisp Viterbo -  Corrintuscia fa parte della strategia che l’Uisp si è data per un rilancio delle attività e dell’associazione sul territorio.  Si tratta di una manifestazione che avvicina l’Uisp alle esigenze dei cittadini e crea sinergia con vari ambiti della vita di tutti i giorni. Correre è un’attività di base, che tutti possono fare: correre nel nostro territorio significa collegare eccellenze in ambito turistico, paesaggistico ed enogastronomico. Questa manifestazione contribuisce a far conoscere ed apprezzare la Tuscia, attraverso lo sport”


Corrintuscia è un circuito podistico, ormai conosciuto a livello nazionale, che racchiude quasi tutte le manifestazioni podistiche competitive e non competitive della Provincia di Viterbo, e giunge quest’anno alla 15° edizione. Comprende circa 25 corse podistiche e lo scorso anno ha contato in totale circa 6000 atleti al via. Un’attenzione particolare viene data nella calendarizzazione degli eventi, onde evitare il sovrapporsi di manifestazioni. La classifica finale di ogni singola gara viene elaborata in modo tale da assegnare ad ogni atleta un punteggio, per ogni gara. Alla fine del calendario viene elaborata la classifica finale, per categorie e per Società, e nella primavera successiva si svolge la cerimonia di premiazione. Legati al Corrintuscia ci sono dei circuiti paralleli: il BabyCorrintuscia, riservato alle categorie giovanili, il circuito Avis riservato ai donatori di sangue, le camminate non competitive inserite nelle gare competitive, ed un circuito handbike. Tutti questi circuiti paralleli, studiati non solo per gli agonisti, ma anche per i loro accompagnatori, fanno sì che la gara non sia vissuta solo come un “mordi e fuggi”: ai nastri di partenza infatti non ci sono solo gli atleti ma anche le loro famiglie. La domenica di gara diventa una domenica di festa: terminata la manifestazione, atleti e accompagnatori riempiono i ristoranti della zona e si svagano nei paesi che la mattina hanno ospitato la manifestazione, visitando i vari luoghi di interesse storico, artistico o naturale di cui i paesi della Tuscia sono ricchi.

Assicurazione Marsh - UISP

Servizi per le Associazioni e le Società Sportive