Comitato Territoriale

Milano

2 giugno: una Repubblica antirazzista e antifascista

L'Uisp aderisce alla manifestazione nazionale del 2 giugno a Bologna promossa da "Mai più fascismi". Parla Vincenzo Manco, presidente Uisp

Il 2 giugno a Bologna si terrà la manifestazione nazionale promossa dal Coordinamento “Mai Più Fascismi” promosso dall’Anpi e da altre associazioni nazionali, tra le quali l’Uisp.  L’Uisp fa appello alle basi associative, associazioni e società sportive e ai singoli associati, per partecipare alla manifestazione.  

“Il linguaggio della politica e soprattutto quello registrato nei social degli ultimi giorni – ha detto Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp, al termine della presentazione nazionale che si è tenuta oggi a Bologna - hanno manifestato una recrudescenza che rappresenta uno scollamento etico profondo tra i valori della dignità e del rispetto personale ed istituzionale, della democrazia e del legittimo confronto, rispetto al livore e alla rabbia fine a se stessa e ignorante. La Uisp partecipa all'iniziativa che il coordinamento “Mai Più Fascismi” ha promosso a Bologna per il 2 giugno, festa della Repubblica. Le 23 organizzazioni hanno raccolto più di 300.000 firme che porteremo al Presidente della Repubblica per testimoniare che i valori della Carta Costituzionale non sono negoziabili, semmai c'è bisogno di renderla sempre più sostanziale a cominciare dal problema del lavoro, dalla lotta alla povertà e alle disuguaglianze, per l'affermazione piena delle libertà e dei diritti di tutte e tutti”.

“Quelle firme – prosegue Manco - chiedono l'applicazione piena delle leggi che prevedono lo scioglimento di formazioni che si richiamano ad ideologie fasciste e razziste perché è necessario, soprattutto in questa fase, promuovere linguaggi, sedi, momenti del confronto che rimettano al centro condizioni di dialogo e di pacifica convivenza. I toni, prima ancora dei contenuti, delle parole devono rispondere al senso di responsabilità per tutti”.

“È per tutti questi motivi – conclude Manco - che la Uisp è stata e continuerà ad essere al fianco del Presidente della Repubblica, respingendone tutti gli attacchi che gli sono stati diretti. Saremo parte attiva con le istituzioni, le reti sociali e nel sistema sportivo affinché si affermino i valori della nostra Carta Costituzionale, conquistata con il sacrificio di tantissime vite verso le quali occorre che la memoria del nostro Paese riconosca infinito rispetto, presupposto di democrazia e di libertà”.

DOVE SIAMO