Comitato Territoriale

Milano

Consiglio nazionale Uisp: "L'uguaglianza è in gioco"

Rimarcare la soggettività Uisp nelle relazioni con il sistema istituzionale, il sistema sportivo e il terzo settore. Presentata la tessera Uisp 2018/19

Sabato e domenica, 23 e 24 giugno, si è tenuto a Bologna il Consiglio nazionale Uisp. Sportpertutti è anche questo: partecipazione, democrazia e metterci testa e gambe per far sí che le decisioni siano condivise. Il Consiglio è stato aperto da Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp che ha messo in relazione le veloci trasformazioni in atto, sul piano sociale e politico, con il ruolo dell’Uisp e la sua “soggettività”, da rimarcare nelle relazioni con il sistema istituzionale, con il sistema sportivo e con il terzo settore. L’uguaglianza è in gioco: Manco ha presentato lo slogan che accompagnerà la tessera Uisp della prossima stagione sportiva. Non soltanto uno slogan ma una prospettiva strategica e un orizzonte valoriale, condiviso da molti interventi: “Con le nostre attività siamo generativi di buone pratiche e coesione sociale – ha detto Manco - Di questo c’è bisogno nel nostro Paese e questa è la nostra identità con la quale ci presentiamo a istituzioni, opinione pubblica e governo. Dobbiamo liberare energie per un futuro più sostenibile per tutti, non solo dal punto di vista ambientale ma anche sociale, dei diritti, della salute, dell’educazione, della pacifica convivenza. Teso a ridurre le disuguaglianze e le ingiustizie e votato alla costruzione di pari opportunità per tutti. Il richiamo all’articolo 3 della Costituzione ci deve guidare in tutte le nostre proposte associative”.

“Questa è la sfida dell’Uisp e del suo gruppo dirigente - ha proseguito Manco - che in questo anno trascorso dall’ultimo Congresso nazionale ha investito nella riforma, che significa anche etica organizzativa, intervenendo su alcune priorità condivise, dalla formazione alla progettazione, dal rapporto con le società sportive all’innovazione delle attività. Proseguiremo su questa strada passando alla fase due della riforma che significa accorciare le distanze tra Nazionale e territorio e tra politiche e attività. Programmi e buone pratiche che sempre piú dovranno diventare sistema: lo sport è un valore sociale che si alimenta di attività e di partecipazione democratica, di formazione e di profondità”.

Nel corso del Consiglio nazionale Armando Stopponi, coordinatore Strutture di attività Uisp ha illustrato il punto di arrivo del percorso di approvazione dei Regolamenti tecnici nazionali SdA, che entreranno in vigore dal 1° settembre p.v.; il Consiglio nazionale ha dato mandato alla Direzione nazionale di procedere al completamento degli stessi, sentite le SdA, apportando integrazioni e correzioni ove necessario.

Stefano Rumori, responsabile tesseramento Uisp e Tiziano Pesce, vicepresidente nazionale Uisp e responsabile sostenibilità e risorse, hanno presentato le norme con le procedure, i costi e le coperture assicurative per il tesseramento Uisp 2018-19. E’ stata sottolineata l’importanza di una modalità di lavoro “di squadra” che un tema così importante e trasversale come il tesseramento richiede. Verranno mantenuti gli stessi costi nazionali di prelievo dei materiali di tesseramento della stagione corrente e i soci potranno contare su una struttura assicurativa stabile e di qualità, grazie anche al rapporto consolidato e alla competenza del broker assicurativo Marsh. Inoltre è stato sottolineato l’anticipo temporale con il quale verranno messi a disposizione dei Comitati territoriali Uisp i materiali di tesseramento. Nell’occasione è stata presentata la nuova grafica della tessera Uisp.

Tiziano Pesce, insieme a Enrica Francini, responsabile bilancio e consulenze Uisp e Gian Nicola Acinapura, responsabile della gestione amministrativa Uisp, hanno presentato il bilancio preventivo nazionale Uisp 2018-19 che è stato approvato dal Consiglio nazionale Uisp. Il bilancio è improntato ad una gestione e previsione prudenziale, alla sostenibilità e allo sviluppo delle attività, attraverso uno schema che riassume caratteristiche di trasparenza, efficacia, efficienza, coerenza. E’ stata sottolineata la necessità di mettere a frutto tutte le competenze delle quali dispone l’associazione, a livello politico, associativo e tecnico. All’interno di un quadro di sostenibilità nel quale guardare all’Uisp come ad un bene comune che riguarda tutti, per preservarlo, custodirlo e rinnovarlo. Con l’attenzione rivolta al suo valore sociale e ai segnali che provengono dal mercato. Il volontariato è una risorsa imprescindibile, per l’Uisp e per l’intero terzo settore: sempre più va ascoltato, seguito e specializzato. Anche per questa ragione è importante prevedere una formazione sempre più qualificataanche su tematiche come quelle della gestione amministrativa, delle consulenze, dell’informatizzazione e della capacità di saper analizzare i risultati ottenuti.

Il Consiglio nazionale Uisp ha approvato alcune sostituzioni e integrazioni nel sistema di incarichi e governance nazionale. In merito alla Delega Innovazione e attività, la responsabilità passa da Mauro Rozzi a Vincenzo Manco. Il coordinatore Sda Armando Stopponi sarà coadiuvato da Orlando Giovanetti, consigliere nazionale Uisp. La responsabilità della progettazione passa da Claudia Rutka a Salvatore FarinaMichele Di Gioia è il nuovo responsabile delle Politiche educative Uisp, in sostituzione di Maria Pina Casula, divenuta portavoce della rete interassociativa Crescere al Sud. Luciano Senatori è il nuovo responsabile del Comitato Etico Uisp, mentre Paolo Della Tommasa sostituisce Gianni Cossu.

Tra le delibere assunte, presentate dal responsabile Organizzazione Tommaso Dorati, l’aggiornamento del Codice etico, la revoca del riconoscimento del Comitato territoriale di Chieti,  i cui Comuni di competenza saranno accorpati al Comitato territoriale di Pescara la nomina del liquidatore nella persone del presidente regionale Alberto Carulli(I.M.)

DOVE SIAMO