Nazionale

Calcio Uisp: partono da Montecatini le finali nazionali

Fino a domenica 21 maggio scenderanno in campo circa 1.900 atleti tra Coppa nazionale e rappresentative. Parlano A. Baldi e M. Bertoli

 

Sono state presentate lunedì 15 maggio presso il Municipio di Montecatini le Finali nazionali del calcio Uisp 2017, che si svolgeranno da giovedì 18 a domenica 21 maggio, a Montecatini Terme. L’appuntamento è con l’assegnazione della Coppa nazionale e la Rassegna delle rappresentative di calcio a 11 e di calcio a 5, maschile e femminile. Il responsabile nazionale della Uisp Calcio Alessandro Baldi, assieme all'assessore Helga Bracali e ai presidenti Uisp di Pistoia e Pisa, Nicola Tesi e Cristiano Masi, hanno introdotto la tre giorni montecatinese di calcio composta da ben quattro differenti competizioni: alla conferenza stampa in sala consiliare hanno preso parte anche i ragazzi della La Tinaia, squadra composta da ragazzi della Guinea, ospitati nel centro di accoglienza di Cascina.

“Questo di Montecatini è il primo appuntamento per le nostre finali nazionali, scenderanno in campo circa 1.900 atleti, suddivisi in dodici squadre per la Coppa nazionale e venti per le Rappresentative – dice Alessandro Baldi, responsabile calcio Uisp – Le prossime tappe delle Finali saranno a Scalea (Cs) dal 26 al 28 maggio con la rassegna di calcio giovanile e poi lungo la Riviera di Rimini, dal 21 al 25 giugno con il gran finale. In particolare, il settore giovanile ci ha dato grandi soddisfazioni: avremo 24 associazioni di calcio giovanile provenienti da varie parti d’Italia, erano anni che il calcio Uisp non riusciva a mettere in piedi una rassegna dedicata al calcio giovanile, ma quest’anno iniziamo a raccogliere i frutti dell’ottimo lavoro svolto dai nostri dirigenti territoriali, su cui continueremo ad investire”.

“In queste finali nazionali verrà applicato il regolamento con le modifiche effettuate dopo un’attenta riflessione, insieme a dirigenti e associazioni del territorio, per armonizzare maggiormente la nostra filosofia alle esigenze del calcio amatoriale. Le nostre società hanno potuto sperimentare gli aggiornamenti durante quest’ultimo campionato e li hanno giudicati positivamente”.

Massimiliano Bertoli, coordinatore del settore tecnico arbitrale calcio Uisp, ci ha spiegato i contenuti delle modifiche e la direzione che si è scelto di dare al calcio Uisp: “Abbiamo fatto alcune modifiche, e altre ne stiamo studiando, affinchè il regolamento sia più aderente alla nostra realtà amatoriale e si differenzi dal calcio professionistico, ovviamente senza perdere di vista la struttura del regolamento. In sostanza alcuni punti sono meno severi e rigidi, perché l’attenzione si è concentrata sulle persone che militano nei nostri campionati, che giocano principalmente per divertirsi. Ad esempio abbiamo eliminato l’espulsione per un fallo come quello da ultimo uomo, così i ragazzi non rischiano di saltare due partite per uno scatto troppo lento; oppure in caso di ingresso dei medici per il soccorso non c’è l’obbligo di uscire dal terreno di gioco, per evitare di lasciare la squadra che subisce il fallo in 10 giocatori. Nel calcio a 5, continuiamo nella linea di non consentire l’entrata in scivolata sul pallone, nonostante in Figc facciano diversamente, perché tuteliamo la salute dei nostri giocatori. A settembre le società hanno iniziato a giocare con le nove regole e c’è voluto qualche turno per metabolizzarle, ma oggi, a fine campionato, tutti ne hanno compreso il senso e l’importanza, e condividono le nostre scelte. Le modifiche sono frutto di un lavoro lungo diversi mesi, per arrivare ad una proposta articolata e valida, sostenuta anche dal responsabile calcio Uisp nazionale”.

Per tutte le info clicca qui 

 

gfx-hub.net

UISPRESS

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

GIORNALE RADIO SOCIALE