Nazionale

Consiglio nazionale Uisp, progettazione e innovazione

Partecipazione e democrazia sono il contributo dell'Uisp alla vita sociale e politica del Paese. Approvato bilancio consuntivo

Il Consiglio nazionale Uisp riunito a Firenze  venerdi 16 e sabato 17 dicembre ha rappresentato l'occasione per valutare il lavoro fatto in questo anno e per carburare l'associazione in vista del Congresso nazionale del marzo 2017. L'Uisp è nel mezzo della campagna congressuale con i vari appuntamenti territoriali che si susseguiranno sino a gennaio 2017, poi incominceranno i congressi regionali. "C'è voglia di partecipazione nel nostro Paese, prova ne sia l'alta affluenza al voto per il recente referendum costituzionale - ha detto Vincenzo Manco, presidente Uisp, in apertura lavori - l'Uisp asseconda questa esigenza e lo fa mettendo a disposizione di sportivi e cittadini la possibilità di un confronto su tematiche sociali, politiche pubbliche, sistema istituzionale e sportivo. Le scelte dell'Uisp sono chiare: progresso e benessere sociale, valori etici e trasparenza, democrazia e partecipazione. Questa è la cornice e il confronto è aperto: sulla nostra riforma interna, sullo sviluppo associativo, sull'innovazione delle attività, sui cambiamenti che chiediamo al sistema sportivo. Abbiamo l'impegno di mettere al centro del dibattito le nostre idee al di là dei tatticismi, il percorso congressuale Uisp è un viaggio di senso per ricostruire una comunità associativa. Un corpo intermedio con un milione e trecentomila persone è un soggetto di democrazia utile alla coesione sociale di tutto il Paese, un intellettuale collettivo capace di fare proposte nazionali e di far emergere le soggettività in ogni territorio".

"A questo governo, che non sappiamo quanto durerà, andremo a chiedere con coerenza proprio questo: il valore dei corpi intermedi - ha proseguito Manco - i recenti premi ricevuti al Quirinale sottolineano il protagonismo delle nostre società sportive sul territorio: c'è una bella Uisp che sempre piu' va liberata e incoraggiata. Questo è un patrimonio unico che soltanto l'Uisp può vantare, nei fatti e nella concretezza quotidiana. Anche se poi di sportpertutti ormai parlano tutti".

Nel corso del Consiglio nazionale Uisp è stato approvato all'unanimità il bilancio consuntivo 2015-2016: "Le modalità di trasparenza e collegialità con le quali è stato costruito questo bilancio dimostrano la coerenza tra progettazione e rendicontazione, politica e amministrativa - ha detto Simone Pacciani, vicepresidente nazionale Uisp - meccanismi condivisi, attenzione ai capitoli di spesa e oculatezza nella gestione fanno di questo bilancio un successo collettivo, lo specchio di un'associazione trasparente come l'Uisp".

GianNicola Acinapura, reponsabile della gestione amministrativa, ha aggiunto che l'Uisp ha acquistato una certezza:"non è possibile raggiungere risultati di tipo sociale senza sostenibilità economica".

Tiziano Pesce, responsabile tesseramento e consulenze, ha presentato l'accordo tra Uisp e SCF Consorzio Fonografici, per le attività sportive che prevedono l'utilizzo di basi musicali. Inoltre Pesce ha presentato l'andamento delle copertura assicurativa e del tesseramento Uisp, insieme a Marsh, broker leader in ambito sportivo: "l'Uisp offre ad associati e basi associative la più ampia copertura assicurativa - ha detto Tiziano Pesce - è un vantaggio rispetto alle altre offerte del mondo della promozione sportiva ed è un servizio di qualità offerto a praticanti e soci".

L'occasione del CN Uisp è stata proprizia per uno scambio di auguri per buone festività natalizie tra i dirigenti Uisp e da parte della presidenza nazionale all'indirizzo di tutti i soci e volontari dell'assoziazione, insieme ad un sentito ringraziamento per l'impegno e la passione profusa nelle attività.

 

UISPRESS

FOTO E VIDEO
SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

GIORNALE RADIO SOCIALE