Nazionale

Le associazioni di promozione sportiva del Forum incontrano il ministro Lotti

Riforma del terzo settore e associazionismo di promozione sportiva: l’incontro si è tenuto a Milano. Parlano V.Manco e C.Fiaschi

 

Si è tenuto lunedì 11 settembre a Milano, l’incontro tra le associazioni e reti di sport sociale presenti nel Forum del terzo settore, al quale ha partecipato il ministro dello sport, Luca Lotti. All’incontro era presente anche l’Uisp con Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp e membro dell’esecutivo nazionale del Forum del terzo settore e Tiziano Pesce, vicepresidente nazionale Uisp.

“La riforma del terzo settore apre scenari di importante cambiamento per le associazioni dilettantistiche sportive, che rischiano, però, di non conciliarsi con l’idea di un terzo settore includente e con un’adeguata valorizzazione dello sport sociale – si legge nel comunicato diffuso nella mattinata di oggi dal Forum del terzo settore - In particolare, le previsioni del Codice del terzo settore e la mancata armonizzazione con la disciplina delle ASD, potrebbero spingere il mondo dell’associazionismo sportivo fuori dal terzo settore. Il ministro ha dato piena disponibilità a collaborare in un’azione concertata e diretta con il Forum terzo settore e le sue rappresentanze tecnico-legislative sportive, convinto del reale valore sociale dello sport. Lo sport rappresenta una frontiera di impegno sociale fondamentale, in grado di promuovere benessere per tutti, ad ogni età ed in ogni fase del ciclo di vita della persona. La volontà delle ASD è quello di riconoscersi nel terzo settore italiano, condividendo con il resto del sistema associativo opportunità di servizio alle comunità e alle persone”.

“Appena dopo la pubblicazione in G.U. del Codice del terzo settore, l’Uisp ha aperto una discussione nell'esecutivo del Forum per mettere a fuoco la profonda ferita che le norme rischiano di aprire nei confronti dello sport sociale – dice Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp -  Nell'incontro abbiamo messo in evidenza la necessità di intervenire per ritrovare quell'armonizzazione normativa che il decreto non ha raggiunto. Convinti che ci muoviamo su un instabile crinale che ci vede rivendicare da un lato la nostra grande forza sociale nel rapporto con le politiche pubbliche e dall'altro evidenziare che questo fondamentale elemento non passi attraverso una mera discussione schiacciata sulle tematiche della cosiddetta fiscalità di vantaggio. Lo sport sociale e per tutti è una realtà importante che  oggi sta attraversando una fase delicata del cambiamento, sia nel rapporto con il Coni e il sistema sportivo, sia nel rapporto con la recente legislazione sul terzo settore. A noi il compito di portare le istituzioni e la politica a ricercare la volontà e gli atti concreti per superare nel brevissimo periodo le evidenti discrasie politiche e culturali, non solo normative”.

“E nel lungo periodo dobbiamo convincerci tutti che c'è bisogno di un riordino complessivo della materia ipotizzando un percorso che ridisegni complessivamente la cornice dello sport, guardando alle forti sollecitazioni che da tempo la stessa Europa ha fornito sul tema, a partire dalla sua definizione, con la pubblicazione del Libro Bianco sullo sport che quest'anno celebra il decennale. Apprezziamo che di fronte a tutto questo il ministro Lotti abbia manifestato la propria convinzione e dato la propria disponibilità per un lavoro concertato e un intervento nel merito, con le rappresentanze della promozione sportiva del Forum del terzo settore. Tali argomenti saranno anche oggetto di approfondimento nel dibattito al quale parteciperò a nome dell’Uisp insieme allo stesso ministro Lotti e a Giovanni Malagò, presidente Coni, il 19 settembre alla Festa nazionale dell’Unità in programma ad Imola”. 

Claudia Fiaschi, portavoce del Forum del terzo settore: “E’ importante che le politiche pubbliche si impegnino a far entrare lo sport nella vita quotidiana di tutte le persone e nelle varie fasi della vita. Il terzo settore è la casa naturale dello sport sociale. Siamo fiduciosi nel fatto che il dialogo che si è aperto con il ministro possa favorire la soluzione alle problematiche aperte”.

Il Giornale radio sociale ha realizzato un approfondimento sul tema con gli interventi di Roberto Manfredi, operatore dell’Asd Insieme per sport di Genova, e Stefano Gobbi, coordinatore della Consulta “Cultura, sport, turismo, benessere” del Forum del terzo settore. ASCOLTA L'AUDIO

 

UISPRESS

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

GIORNALE RADIO SOCIALE