Nazionale

L’Uisp sulla Rai: a tutte le età l’importante è muoversi

Vincenzo Manco ospite della trasmissione di Rai Tre, Geo, per parlare dell'attività motoria consigliata per la grande età e i bambini

 

Con l'arrivo della stagione autunnale molti riprendono l’attività fisica interrotta durante l’estate: sono tante le proposte e le possibilità, cosa è più indicato per gli anziani o per i bambini? Lunedì 8 ottobre la trasmissione di Rai Tre, Geo, ha dedicato un approfondimento al tema con l’intervento in studio di Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp.

GUARDA IL VIDEO

“L'attività fisica può essere fatta a qualunque età – ha detto Manco – dagli ottantenni che corrono ai bambini che a pochi mesi vanno in piscina insieme ai propri genitori. Un primo consiglio è quello di praticare un'attività di mantenimento: ognuno di noi nella propria vita ha incontrato un’attività fisica ed è utile proseguire per mantenersi in esercizio. Ovviamente, per le persone non più giovani è consigliabile un tipo di attività motoria dolce, che non abbia un forte impatto cardio vascolare. È sicuramente utile prendere come riferimento l’indicazione dell’OMS-Organizzazione mondiale della sanità che parla di 150 minuti settimanali di attività motoria per un sano stile di vita. L’Uisp organizza ginnastica a domicilio e attività fisica adattata con operatori qualificati che permette di mantenere l’attenzione sulla persona, con le sue criticità e potenzialità”.

Per quanto riguarda i più piccoli, invece, il dubbio è spesso legato alla scelta della pratica sportiva: “Noi preferiamo parlare di multidisciplinarietà per i bambini, piuttosto che di scelta di uno sport in particolare – risponde Vincenzo Manco – Inoltre, crediamo che vadano assecondati gli interessi e il piacere dei ragazzi, anche per evitare l’abbandono della pratica sportiva che nel nostro paese è molto frequente soprattutto nella fascia dai 13 ai 18 anni. Un altro elemento importante è la parte ludica dell’attività, che facilita la socializzazione e il coinvolgimento”.

Proprio all’insegna del gioco e della partecipazione è stato il Festival del gioco e delle tradizioni che l’Uisp ha organizzato dal 21 al 23 settembre ad Orvieto: “Sono stati tre giorni dedicati al gioco nelle sue varie sfaccettature ed adatto a tutta la famiglia – conclude Manco – In particolare, abbiamo voluto focalizzare l’attenzione sul tema degli e-sports, che il Cio sta pensando di inserire nel programma olimpico. Abbiamo aperto la discussione, senza pregiudizi, considerando che anche i videogiochi possono promuovere la socialità e l'aggregazione, magari coinvolgendo tutta la famiglia. Per noi il gioco è tale quando è un’attività culturale e socializzante, in qualsiasi modo si pratichi”. (A cura di Elena Fiorani)

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP