Nazionale

Strage di Bologna: correre, per non dimenticare

Una staffetta podistica è il ponte che unisce simbolicamente tre città colpite al cuore dal terrorismo: Milano, Brescia e Bologna

 

C’è un ponte che unisce tre città colpite al cuore dal terrorismo. Questo ponte lungo oltre trecento chilometri, da trentaquattro anni viene percorso, o meglio corso, dai componenti della staffetta podistica “Per non dimenticare”, cui aderisce anche l'Uisp con le sue società sportive.https://www.Yourlevitra.com/

Milano, Piazza Fontana 12 dicembre 1969: 17 morti, 88 feriti; Brescia, Piazza d ella Loggia 28 maggio 1974: 8 morti, 102 feriti; Bologna, Stazione FS 2 agosto 1980: 85 morti, 200 feriti

Giovedì 2 agosto alle 10.25 la staffetta podistica è giunta alla stazione di Bologna. E' partita il 31 luglio alle 15.30 da piazza Fontana a Milano, dove donne e uomini hanno corso davanti alle targhe della strage. Il 1 agosto ha fatto tappa in piazza Loggia, nel cuore della città, simbolo di una ferita mai rimarginata e mai dimenticata.  L’instancabile lavoro per la ricerca della verità e per il conseguimento di giustizia, prodotto dalle Associazioni dei Familiari delle Vittime, dalle istituzioni locali, da associazioni ed organizzazioni democratiche, da molti singoli cittadini e cittadine, sta conseguendo risultati importanti, non soltanto sul piano della coscienza storica e politica, ma anche su quello giudiziario.

“La Procura della Repubblica di Caltanissetta, chiedendo il rinvio a giudizio di tre poliziotti, ha definito le indagini immediatamente seguite alla strage di via D’Amelio come “uno dei più gravi depistaggi della storia giudiziaria italiana”. In via D’Amelio, a Palermo, il 19 luglio del 1992 persero la vita il giudice Paolo Borsellino e gli uomini e la donna della sua scorta - affermano gli organizzatori della staffetta 2018 - Ancora una volta viene certificato l’uso sistematico di azioni volte ad impedire l’accertamento della verità su delitti che hanno deviato la storia della democrazia italiana: è valso per tutte le stragi, compresa quella di Piazza della Loggia del 28 maggio del 1974. Anche per questo dobbiamo continuare nell’impegno unitario per la ricerca e per l’affermazione della verità, senza la quale la democrazia e le libertà diventano più fragili”.

Nella foto: il Comitato Uisp di Brescia in Piazza della Loggia all'arrivo della Staffetta in ricordo delle stragi di Milano, Brescia e Bologna

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP