Nazionale

Vivicittà 2017: la presentazione di Franco Fava

Il grande atleta ha ricordato su Radio 1 Rai le origini entusiasmanti della manifestazione nazionale Uisp
 
Tra gli affezionati della corsa più grande del mondo Uisp c’è sicuramente il grande atleta e giornalista Franco Fava, primatista italiano dei 20000 metri su pista con 58',53" e 8 decimi (stabilito il 4 settembre 1977 a Roma), e quattro volte campione italiano assoluto su pista dal 1972 al 1975. Fava è stato protagonista sabato 8 aprile del pomeriggio sportivo di Radio 1 Rai, raccontando le origini della manifestazione Uisp.

ASCOLTA L'AUDIO

“Vivicittà è nata da un’idea dell’Uisp di allora, con l’indimenticabile Gianmario Missaglia - ha ricordato fava - si voleva creare qualcosa di nuovo, anticipando i tempi con questo progetto unico e geniale, di unire l’intero paese, attraverso una gara in cui migliaia di atleti e non gareggiavano in contemporanea. La novità principale era la possibilità di una classifica unica, si pensò, infatti, di ideare un sistema di compensazioni, per questo ci venne in soccorso il professor Antonio Del Monte dell’istituto di scienze dello sport dell’Acqua Acetosa. Si studiarono tutti i vari tracciati ponderando le difficoltà, come curve e dislivelli, il risultato fu apprezzato tanto che ne stiamo parlando 34 anni dopo. Non fu facile ma ci fu molto entusiasmo, molta attenzione anche della Federazione atletica leggera che credeva nell’iniziativa. Vivicittà è ancora oggi la madre di tutte le corse su strada, di tutte le maratone che vediamo correre tutti i giorni nelle grandi città e capitali, metropoli che si sfidano anche in base al successo della maratona”.

La partenza in simultanea era sicuramente un aspetto complesso da gestire nel 1984: “Se pensiamo che nell’84 non c’erano i cellulari e tantomeno internet! Ma ci venne in soccorso il segnale orario del Gr 1 Rai: tutti i punti di partenza delle varie città erano collegati con un altoparlante e il segnale veniva dal Gr 1 Rai. Fu un’innovazione anche quella, la dimostrazione che le cose si potevano fare anche senza le innovazioni tecnologiche che sono venute poi negli anni successivi”.

Franco Fava ha contribuito anche al lancio della 34° edizione di Vivicittà, partecipando con un video messaggio alla conferenza stampa di presentazione, che si è tenuta giovedì 6 aprile a Roma. “Vivicittà ha aperto la strada all’attività sportiva di massa – ha detto Fava - mettendo in pratica con felice intuizione dell’Uisp la partecipazione veramente democratica del campione accanto all’uomo della strada che si avvicina alla pratica sportiva. È una manifestazione ancora di estrema attualità, che ha aperto la strada a tutta l’attività sportiva che si continua a praticare nelle grandi metropoli come nei piccoli centri”.
GUARDA IL VIDEO

 

UISPRESS

FOTO E VIDEO
foto_1 video_1
SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

GIORNALE RADIO SOCIALE