Progetti

"Abili per lo sport": l'evento finale sabato 12 luglio

Incontro conclusivo a Roma per il progetto Uisp che interviene nell'area del disagio mentale con l'attività motoria

“Abili per lo Sport”, il progetto Uisp finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari opportunità, che si propone di migliorare la qualità della vita degli utenti dei servizi territoriali per la salute mentale, attraverso l’attività motoria si conclude sabato 12 luglio. Infatti, si terrà a Roma, presso l’hotel Best western universo, via Principe Amedeo 5/b, l’incontro conclusivo del progetto che si è posto l’obiettivo di dimostrare che lo sport è un valido strumento terapeutico nel processo di riabilitazione e integrazione sociale delle persone affette da disagio mentale. 


Il progetto si è articolato in una prima fase che ha visto protagoniste tre città pilota, Milano, Firenze e Taranto, ed una seconda fase incentrata sull’applicazione e valutazione del modello in altre cinque città, Piacenza, Enna, Valle Susa, Orvieto e Lamezia Terme. Le prime città hanno sperimentato un modello di intervento e l’hanno messo in pratica nei primi mesi di progetto. A dicembre c’è stato un momento di confronto per far partire le attività nelle altre città, che sono andate avanti fino alla fine della stagione. 
I lavori si apriranno alle 10.30 con l’intervento del presidente nazionale Uisp, Vincenzo Manco, prenderà poi la parola il responsabile del progetto e delle politiche educative sociali e giovanili Uisp, Fabrizio De Meo. Fiorino Mirabella, psicoterapeuta e ricercatore presso l'Istituto Superiore di Sanità, presenterà poi i risultati della valutazione degli esiti del progetto. Una parte importante del progetto, infatti, è proprio quella relativa alla valutazione, che garantisce un peso scientifico all’intervento. 

In questa occasione si terrà anche il resoconto del primo appuntamento del tavolo di lavoro del rugby integrato, tra esigenze di rete, buone pratiche e meccanismi di validazione scientifica, a cura di Mico Curatolo, responsabile Coordinamento nazionale rugby Uisp. Dopo questi interventi avranno inizio le relazioni dalle varie città con il racconto dell'esperienza e i risultati ottenuti. L’ultima relazione sarà quella di Paolo Palma, presidente della lega calcio Uisp, che presenterà un’esperienza cardine dell’intervento Uisp nell’area del disagio mentale, Matti per il calcio.

CONTATTI

Ufficio progetti - Sede Uisp Nazionale
L.go Nino Franchellucci, 73 00155 Roma
Tel.: +39.06.43984350 - 345 - 346
Fax: 06.43984320
e-mail: progetti@uisp.it

AVVISO SELEZIONE PERSONALE