Progetti

Donne e diritti: lo sport non è uguale per tutti

Figlie di uno sport minore”: Pasquale Coccia sul “Manifesto” di oggi, giovedi 3 marzo, ripercorre le tappe del progetto Olympia che, promosso dall’Uisp e sostenuto dall’Unione Europea

Figlie di uno sport minore”: Pasquale Coccia sul “Manifesto” di oggi, giovedi 3 marzo, ripercorre le tappe del progetto Olympia che, promosso dall’Uisp e sostenuto dall’Unione Europea, ha l’obiettivo di rilanciare e rinnovare la Carta dei diritti delle donne nello sport.
“Negli ultimi trent’anni la pratica sportiva femminile è aumentata, ma resta ancora alta la differenza di opportunità per le donne rispetto agli uomini”, scrive il Manifesto.
“Ad essere particolarmente discriminate sono le donne extracomunitarie, perciò l’Uisp ha attivato progetti sul territorio come “Lo sport delle ragazze” realizzato a Torino nel quartiere Borgo Vittoria, che coinvolge 80 donne egiziane...anche a Genova, grazie all’Uisp, 50 donne sono coinvolte nel progetto Olympic Maghreb, che garantisce continuità nella pratica dello sport alle donne provenienti dall’area maghrebina”.
“...Vogliamo che le donne si riapproprino del loro corpo attraverso il movimento, una risposta a coloro che concepiscono il corpo femminile solo come oggetto di desiderio", dice Daniela Conti, dirigente nazionale Uisp e responsabile del progetto Olympia.

CONTATTI

Ufficio progetti - Sede Uisp Nazionale
L.go Nino Franchellucci, 73 00155 Roma
Tel.: +39.06.43984350 - 345 - 346
Fax: 06.43984320
e-mail: progetti@uisp.it

AVVISO SELEZIONE PERSONALE