Progetti

Il 18 e 19 maggio 2013 le giornate del varo nazionale delle barche di Capitan uncino

A Santa Marinella (Rm), gli equipaggi provenienti da tutta Italia hanno messo in mare i loro scafi

Santa Marinella, 60 km a nord di Roma, sabato 18 e domenica 19 maggio è stato il punto di attracco per le barche e gli equipaggi del progetto Uisp Capitan Uncino.
Nella mattinata di domenica 19 maggio si è svolta nel teatro della chiesa di san Giuseppe, sempre a Santa Marinella, la “Fiera delle idee”, in cui ogni equipaggio ha potuto raccontare e descrivere a più voci le varie tappe del progetto, presentando quanto realizzato, sia per la parte della filibusta che per il laboratorio di costruzione della barca. I ragazzi hanno potuto esprimersi in totale libertà, dando vita ad uno spettacolo che ha coinvolto ed emozionato, realizzato attraverso video, foto, disegni, canzoni, bandiere, tutto in base alla loro sensibilità e creatività.

I ragazzi di Gaeta (Lt) hanno realizzato un montaggio fotografico con le varie fasi della costruzione, descritte a voce dal capitano dell’equipaggio, Giulia. Da Tricase (Le) grande attenzione è stata dedicata al nome scelto per l’imbarcazione, Burrasca, che è legato alla brutta avventura di tre ragazzi pakistani arrivati in Italia via mare.
Da Como sono arrivati due equipaggi e due barche: i ragazzi di Meda hanno cantato l’inno e fatto scorrere slide con il racconto del lavoro, mentre quelli di Cantù hanno descritto nei particolari la nascita dei progetti e dei disegni. L’equipaggio di Avola (Sr), protagonista del progetto promosso dall'Uisp Noto, ha dato vita ad un momento molto emozionante che ha coinvolto tutta la platea: hanno realizzato, infatti, una lanterna magica che proiettava disegni realizzati dai ragazzi sordomuti che hanno partecipato al progetto, mentre loro stessi con la lingua dei segni raccontavano la loro esperienza. La presentazione si è svolta con l’accompagnamento del "coro del vento e della pioggia", interpretato dai compagni di scuola. Anche Ferrara ha realizzato slide sullo svolgimento del progetto, mentre i ragazzi di Salerno hanno cantato l’inno, scritto sulla base dei Carmina Burana. Infine, Civitavecchia (Rm) ha lasciato il racconto alle voci dei ragazzi con disabilità che hanno letto quanto scritto dal gruppo per descrivere la loro avventura con le barche a vela di Capitan Uncino. (E.F.)

CONTATTI

Ufficio progetti - Sede Uisp Nazionale
L.go Nino Franchellucci, 73 00155 Roma
Tel.: +39.06.43984350 - 345 - 346
Fax: 06.43984320
e-mail: progetti@uisp.it

AVVISO SELEZIONE PERSONALE