Comitato Territoriale

Cirie Settimo Chivasso

Filmar: sport e divertimento al di là dei risultati agonistici

Sabato 25 novembre il nostro Comitato e il Comune di Caselle Torinese hanno organizzato una manifestazione in occasione della Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne. Fondamentale l’apporto di alcune società affiliate, tra cui l’ASD Filmar, soprattutto nelle persone del presidente Luca Mingrone e del vice-presidente Vincenzo Battiato. L’Associazione Sportiva Dilettantistica Filmar, che fin dalla sua costituzione è sempre stata affiliata UISP, nasce nel 1993 principalmente in veste di società calcistica. Il 2010 è l’anno “della svolta”, ovvero dall’incontro tra Luca Mingrone, già allora presidente, e Vincenzo Battiato, trovando tra loro molteplici affinità nell’ambito sportivo. All’epoca, infatti, Mingrone aveva il forte desiderio di poter partecipare alla Maratona di New York del 2011, anno in cui avrebbe compiuto 40’anni. Battiato ha invece iniziato ad approcciarsi al mondo dell’atletica dall’età di 10 anni e successivamente ha avuto esperienze come atleta, dirigente, giudice e istruttore in campo giovanile, nonché nella preparazione atletica nelle maratone, ha aiutato Mingrone nella sua impresa. Nel marzo del 2011 la società si arricchisce con il ramo dell’atletica leggera, che inizialmente vede la presenza di amici e parenti, ma che in pochi mesi cresce sempre di più, portando l’ASD Filmar a crescere nel settore running, ma anche nel walking. Fondamentale nello stesso anno, il rientro in società dell’ex tesserato al calcio Alberto Gallo, segretario tutto fare dalle mille risorse e dell’attivissimo collaboratore Gian Franco Cardinale, che hanno composto il nuovo Direttivo. “Tutto quello che è successo dopo è avvenuto un po’ per caso” commenta scherzando Battiato. “Abbiamo avviato corsi di atletica per i bambini, nuoto, attività di basket e di pallavolo, ma anche di fitness pensate soprattutto per i genitori. Anche il nuoto libero in realtà è nato come servizio per i nostri tesserati più adulti, poiché dopo i 40 anni diversificare gli sport praticati è la strada migliore per restare in salute e mantenersi in forma”. Punto fondamentale di Filmar, infatti, non è l’agonismo, ma il piacere dello sport. “Promuovere lo sport sul territorio è il nostro primo obiettivo, ma lo facciamo a livello amatoriale e non agonistico. Non abbiamo pretese o velleità quando partecipiamo a gare o campionati, solo tanta voglia di divertirci. Lo sport è un piacere, non un mestiere” continua Vincenzo. “Inoltre almeno un paio di volte l’anno partecipiamo a eventi di running a livello internazionale, in un’esperienza che unisce lo sport a una gita di famiglia. Perché in fondo noi ci consideriamo proprio questo: una famiglia unita che con il tempo si è allargata sempre di più, fino a raggiungere più di 200 tesserati”. Per il futuro, l’obiettivo è di proseguire su questa strada, migliorando costantemente eventuali piccole lacune mettendo sempre il piacere delle attività al primo posto.

 

Archivio fotografico

Rassegna stampa

Promozione alla salute