Comitato Territoriale

Cirie Settimo Chivasso

PRIMO WORKSHOP PER IL PROGETTO RE[ENTER]

Oltre all’organizzazione della manifestazione Vivicittà, l’ultima settimana di marzo ha visto il nostro Comitato particolarmente attivo anche dal punto di vista dei progetti europei.

Dal 25 al 29 marzo, infatti, presso la città di Atene, si è svolto il primo meeting di formazione relativo al progetto RE[ENTER]. Quest’ultimo, che coinvolge gli adulti che svolgono attività di volontariato all’interno degli istituti detentivi, al fine di fornire loro gli strumenti necessari per la riabilitazione dei detenuti, vede il nostro Comitato rivestire il ruolo di partner insieme ad altre 7 realtà europee -due associazioni rumene, una cipriota, una finlandese, una portoghese, una spagnola e l’università greca di Thessaly- coordinate dall’associazione Freedom Gate Greece, capofila del progetto. Il primo evento di formazione richiedeva la partecipazione di 3 formatori per ciascuna delle 9 associazioni coinvolte: per il nostro Comitato hanno partecipato il Direttore e Coordinatore Locale del Progetto Roberto Rinaldi, la Project Manager Francesca Di Feo e il volontario del Servizio Civile nonché laureato in Psicologia con specializzazione in Criminologia Matteo Altare. Durante le giornate di formazione, i partecipanti hanno preso parte a lezioni frontali e attività di roleplaying ed esercitazioni pratiche, al fine di apprendere le diverse tecniche di riabilitazione e di re-introduzione in società degli ex-carcerati e dei soggetti in procinto di abbandonare gli istituti detentivi. Un sostegno che non si limita ai detenuti, ma che coinvolge anche le loro famiglie, al fine di agevolare un rientro, soprattutto dal punto di vista dell’accoglienza, che non sempre è facile. “Questo primo incontro di formazione è stato davvero molto fruttuoso, soprattutto dal punto di vista dell’acquisizione delle competenze e dalla condivisione di idee e di tecniche di approccio differenti. Ma il nostro apprendimento non finisce qui: ci siamo già preparando per un ulteriore incontro, con altri moduli che verranno erogati ai partner in cambio di buone pratiche” ha spiegato Di Feo. Il secondo evento di formazione, previsto per ottobre 2019, si svolgerà invece in Finlandia, per la precisione nella città di Tampere. A seguito di questi workshop, i formatori torneranno sul proprio territorio di appartenenza per istruire a loro volta, nella primavera 2020, 50 giovani -per un totale complessivo di 450 persone- che andranno a svolgere attività di volontariato all’interno delle strutture di detenzione. RE[ENTER] quindi, si pone come un progetto con una doppia valenza sociale: oltre a fornire mezzi di emancipazione per i detenuti infatti, intende offrire anche una concreta opportunità di lavoro, dando una formazione specifica ai 450 soggetti indicati in precedenza.

 

Archivio fotografico

Rassegna stampa

Promozione alla salute