Comitato Territoriale

Cirie Settimo Chivasso

PROGETTI INTERAZIONALI: il Comitato impegnato su più fronti

Settimane intense di lavoro per l'ufficio progetti internazionali del Comitato. Tre i progetti in attività: RE-ENTER, SPRINT, SPIRITS

Il Comitato territoriale UISP di Ciriè Settimo Chivasso è in queste settimane molto impegnato fra meeting e momenti di formazione internazionale, grazie a progetti finanziati dalla Commissione Europea.

Dal 25 al 29 marzo, infatti, presso la città di Atene, si è svolto il primo meeting di formazione relativo al progetto RE[ENTER]. Il progetto coinvolge gli adulti che svolgono attività di volontariato all’interno degli istituti detentivi, al fine di fornire loro gli strumenti necessari per la riabilitazione dei detenuti, vede il Comitato Territoriale Ciriè Settimo Chivasso rivestire il ruolo di partner insieme ad altre 7 realtà europee -due associazioni rumene, una cipriota, una finlandese, una portoghese, una spagnola e l’università greca di Thessaly- coordinate dall’associazione Freedom Gate Greece, capofila del progetto.

Oggi, venerdì 5 aprile, si conclude invece il meeting finale del progetto SPRINT, per tirare le somme su un tema non facile: la disabilità nelle scuole e negli istututi e case famiglia. Una raccomandazione della Commisone Europea è stata, negli ultimi anni, quella di evitare le "classi speciali" ancora diffuse nell'Est Europa. I Paesi partner, Ungheria, Romania e Bulgaria, hanno confermato che la riforma è in atto, ma il percorso è ancora lungo. Durante la presentaizone dei risultati del progetto sono state elencate le buone pratiche, per favore l'inclusione sociale. I partner hanno anche evidenziato come il problema è spesso la mancanza di fondi, per organizzare attività ricreative e sportive e momenti di formazione per educatori e insegnanti.

I lavori per il Comitato non sono però terminati, dal 10 al 13 aprile si terrà a Borgaro T.se, l'incontro formativo del progetto SPIRITS, che prevede una tappa anche all'interno delle carceri di Alessandria. Il progetto, di cui il Comitato è capofila, ha come partner UISP ALESSANDRIA e associazioni greche, romene e bulgare. Il progetto vuole formare gli educatori fornendo le basi per attuare tecniche riabilitatitive per i carcerati attraverso lo sport. 

Grazie alla progettazione internazionale il Comitato arrichisce le sue competenze, quelle degli educatori e dei soggetti partner per offrire sempre più possibilità ai soggetti svantaggiati.

 

Archivio fotografico

Rassegna stampa

Promozione alla salute