Comitato Regionale

Toscana

Lega Ciclismo - Tesseramento 2013/2014

 

Comunicato del  Presidente :

L’anno che si apre porta con se tante novità, qualcuna già avviata, come la nuova polizza assicurativa, con le due opzioni per i ciclisti con quella base e la plus con un costo aggiuntivo di circa 20 euro ma con maggiori garanzie. Le maggiori novità sono sul piano del tesseramento con le scelte fatte dalla Consulta del ciclismo, che ci impegnano, a partire dal 1 Gennaio 2014.

Riassumendo:

Ø   Rilascio della sola tessera cicloturistica, per tutti quegli atleti facenti parte dell’elenco – Attività limitata 2013 (ex professionisti ed ex dilettanti, Elite, ecc.);

Ø  Rilascio della sola tessera cicloturistica, per tutti quegli atleti che non sottoscrivono l’autocertificazione etica o che dichiarano di averne violato anche una sola norma.

 

Compito basilare per l’attuazione del tesseramento lo ricopre il Presidente di Società, che oltre alla certificazione medica(ove prescritta) , dovrà avere agli atti copia dell’autocertificazione sottoscritta da tutti gli

atleti (si ricorda che è violazione di norma penale) e susseguentemente richiedere il tesseramento. Per il rilascio di tessere individuali da parte degli Uffici tesseramento dei Comitati, tali compiti vengono assolti dal Presidente del Comitato.

 

                Da parte della lega ciclismo Toscana e delle leghe territoriali c’è la massima disponibilità alla collaborazione ed a fornire chiarimenti ed informazioni, al fine di evitare errori e per salvaguardare l’immagine dell’associazione che con la delibera della direzione Nazionale della Uisp, ha condiviso il percorso intrapreso impegnandosi nell’attuazione a tutti i livelli.

 

                In allegato una serie di documenti inerenti gli argomenti trattati e copia dell’autocertificazione approvata dalla Direzione Uisp.

 

Maggi Remo, Presidente Lega ciclismo Uisp Toscana

 

 

 

Tesseramento 2013 - 2014

A partire dal 1 Settembre 2013, con l’avvio del tesseramento 2013/2014, si consolida il rapporto con l’Ina Assitalia con una diversa modalità di copertura per l’attività ciclistica svolta in ambito Uisp. Si ricorda che la tessera ha una validità di 365 giorni dalla data del rilascio e comunque non oltre il 31 dicembre della scadenza dell’annualità di riferimento(la tessera 2013/14 entro il 31/12/2014). A partire pertanto dal 1 Settembre le modalità integrative saranno di due tipi – La prima Integrativa C e la seconda Cplus - oltre naturalmente alla tessera associativa alla Uisp.La novità da quest’anno è la differenzazione, potendo scegliere tra due integrative - la C che offre una copertura assicurativa, che risponde ai dettami legislativicon prezzo ridotto(franchigia 8%) ed una C plus (circa 20 euro in più) che contiene una assicurazione più completa che prevedeanchel’infarto , la franchigia ridotta al 5% e la copertura parziale delle spese mediche e diagnostiche(leggere la polizza nel dettaglio). Un passaggio importante ,ricercato dal movimento ciclistico toscano, dopo il cessato rapporto con la Carige.

Naturalmente restano le tessere DC(dirigente ciclismo),DIRC e DIRC Plus(dirigente ed atleta ciclismo) oltre alla possibilità di stipula dell’Assicurazione giornaliera per le manifestazioni a 104 o 208 euro.

Saluti a tutti

Maggi Remo, Presidente lega ciclismo Toscana

 

* INTEGRATIVA “C”

Invalidità permanente Tabella lesioni € 80.000,00 (Franchigia 8%);

Morte € 80.000,00;

RCT € 400.000,00 (Franchigia € 300,00 per ogni sinistro limitatamente ai danni a cose. Limitatamente alle lesioni personali in caso di sinistro che coinvolga due o più atleti impegnati in allenamento o gara trova applicazione una franchigia di € 3.000,00).

Tutti i soci ciclisti che svolgono attività di cicloturismo, raduni ed escursionismo, attività amatoriale su strada (strada, crono, salita, granfondo, pista), MTB (mountain bike) e ciclocross secondo le definizioni della Uisp Lega Ciclismo sono obbligati a sottoscrivere la garanzia integrativa “C”. Non possono scegliere integrative superiori. Gli atleti sprovvisti dell’Integrativa C (o dell’Integrativa C PLUS) e che praticano le attività sopraindicate non sono in copertura assicurativa.

Per le attività ciclistiche in genere i tesserati non sono considerati terzi fra di loro limitatamente ai danni a cose; in caso di morte avvenuta durante allenamenti ciclistici il capitale assicurato si intende ridotto del 50%, ad eccezione degli allenamenti anche individuali che siano stati previsti, disposti, autorizzati o controllati dalla Uisp, dai suoi organi periferici o dalle associazioni affiliate.

* INTEGRATIVA “C PLUS”

Invalidità permanente Tabella lesioni € 80.000,00 (Franchigia 5%);

Morte € 80.000,00;

Morte per evento grave (infarto, ictus provocato da emorragia celebrale, trombosi celebrale, embolia o rottura di aneurisma) € 40.000,00;

Indennità gg. da ricovero € 26,00 (max 60 gg. esclusi i primi tre);

RCT € 400.000,00 (Franchigia € 300,00 per ogni sinistro limitatamente ai danni a cose. Limitatamente alle lesioni personali in caso di sinistro che coinvolga due o più atleti impegnati in allenamento o gara trova applicazione una franchigia di € 3.000,00).

Tutti i soci ciclisti che svolgono attività di cicloturismo, raduni ed escursionismo, attività amatoriale su strada (strada, crono, salita, granfondo, pista), MTB (mountain bike) e ciclocross secondo le definizioni della Uisp Lega Ciclismo sono obbligati a sottoscrivere la garanzia integrativa “C”. Non possono scegliere integrative superiori. Gli atleti sprovvisti dell’Integrativa C (o dell’Integrativa C) e che praticano le attività sopraindicate non sono in copertura assicurativa.

Per le attività ciclistiche in genere i tesserati non sono considerati terzi fra di loro limitatamente ai danni a cose; in caso di morte avvenuta durante allenamenti ciclistici il capitale assicurato si intende ridotto del 50%, ad eccezione degli allenamenti anche individuali che siano stati previsti, disposti, autorizzati o controllati dalla Uisp, dai suoi organi periferici o dalle associazioni affiliate.

 

 

 

 

FACEBOOK
 

UISPPRESS NAZIONALE

 

GIORNALE RADIO SOCIALE