Settore di Attività Nazionale

Atletica Leggera

Lo sfogo di Tiziano Pesce: "Sciacalli e avvoltoi fuori dal mondo dello sport"

Ho passato le ultime ore di un lungo sabato oltremodo triste (con l'intera Uisp a piangere la scomparsa del nostro caro Michele Manno), a rispondere a messaggi di tutti i tipi, sms, whatsapp, messenger, mail e telefonate, di amiche e amici dirigenti e istruttori di associazioni e società sportive. Stessa cosa è capitata ad altri dirigenti dell’Uisp Nazionale e di nostri Comitati Regionali e Territoriali.
 
 

Dopo le “petizioni” e le “raccolte firme” dei giorni addietro, questa sera, più o meno, sempre la stessa domanda, che possiamo sintetizzare così: ma allora sono già uscite le procedure per richiedere l’indennità dei 600 euro prevista dal Governo nel Decreto Cura Italia a favore dei collaboratori sportivi?

Io/noi: Scusa/scusate, ma dove l’avreste letto?

Risposta/e: “sul sito di una agenzia di consulenze per lo sport”... “ su una pagina Facebook di tizi che si dichiarano gli unici esperti in associazioni”... “ci è arrivata una mail da... boh... una Federazione di Artisti, o qualcosa del genere” etc...

In queste comunicazioni si darebbero indicazioni, secondo quando segnalatomi, di cliccare su un link per ricevere (gratuitamente) sulla propria casella mail il “modulo pronto” per richiedere “un contributo di circa 600 euro per i collaboratori sportivi” previsto dal Decreto Cura Italia. Ai dirigenti di associazioni sarebbe poi inoltre consigliato di inviare il link, in modo sempre “gratuito” ai propri collaboratori, dove si aprirebbe un form per lasciare la propria mail, per poter ricevere il MODELLO PER IL BONUS, pronto da firmare ed inviare all’indirizzo indicato.
Tale comunicazione si concluderebbe, poi, ricordando “CHE I PRIMI CHE INVIERANNO IL MODULO SARANNO QUELLI CHE CON PIU’ PROBABILITA’ PRENDERANNO I SOLDI”.

RICORDO A TUTTI QUANTO L’UISP HA GIA’ PUBBLICATO TEMPESTIVAMENTE SU PROPRIE CIRCOLARI E NOTE UFFICIALI IN DATA 19/3/2020:

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 70 del 17/3/2020, il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18, recante "Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19" (c.d. "Cura Italia").

Tra le misure a sostegno del mondo sportivo, l'articolo 96 prevede un'indennità per il mese di marzo pari a 600 euro per i rapporti di collaborazione già in essere alla data del 23 febbraio 2020 "presso federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, società e associazioni sportive dilettantistiche" di cui all'art. 67, comma 1, lettera m), del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

L'indennità sarà riconosciuta da Sport e Salute S.p.A.

Le modalità di presentazione delle domande saranno individuate con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze, di concerto con l'Autorità delegata in materia di sport, da adottare entro 15 giorni dalla data odierna. Con lo stesso decreto verranno definiti i criteri di gestione del fondo e le forme di monitoraggio della spesa e del relativo controllo.

N.B. Per richiedere tale indennità i collaboratori sportivi dovranno comunque presentare (si legge già nel Decreto) apposita autocertificazione della preesistenza al 23 febbraio 2020 del rapporto di collaborazione con il soggetto sportivo e della mancata percezione di altro reddito da lavoro (quindi la percezione del contributo parrebbe essere compatibile con il possesso di redditi da terreni, fabbricati e finanziari).

Si segnalano inoltre le disposizioni contenute dall'art. 27 del citato decreto, che riguardano direttamente le Indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa.

Sul sito di Sport e Salute S.p.A. si legge: "non appena emanato il decreto, sarà data pubblicazione sul sito alle modalità di presentazione delle domande".

Di ciò l'Uisp darà opportuna e tempestiva comunicazione sulla piattaforma 'Servizi per le associazioni e le società sportive' dell'Area Riservata web Uisp 2.0 (e in forma accessibile a tutti anche sul sito uisp.it).

P.S. sul sito di Sport e Salute S.p.A. - la comunicazione ufficiale a riguardo, contenuta alla pagina www.sportesalute.eu/primo-piano/1889-collaboratori-sportivi-informazioni-riguardanti-l-indennità-di-cui-all-art-96-del-dl-cura-italia.html on line dal 19/3 u.s., è stato nelle scorse ore così integrata:

“La società ha comunque attivato un indirizzo email dedicato: curaitalia@sportesalute.eu
(un indirizzo mail comune e non PEC).

Quanto sopra segnalato da nostri associati, sarà cura della Presidenza nazionale Uisp segnalarlo direttamente alla Società Sport e Salute S.pA. già nella giornata di oggi, seppur festiva.

Tutto il movimento sportivo, con in testa i lavoratori, ha bisogno come non mai, l’ho già ripetuto tante volte anche in questi ultimi giorni, né di sciacalli e né di avvoltoi, bestie anche utili nel ciclo della Natura, ma solo di rispetto e serietà.

Coni, ai vari livelli, Organismi sportivi, Consulenti vari, mi scuserete anche voi, ma se ci siete, battete anche voi un colpo!

Tiziano Pesce
Vicepresidente nazionale Uisp

t.pesce@uisp.it
www.uisp.it