Nazionale

Matera: la rivoluzione culturale dello sport e delle arti di strada

Da sabato 25 maggio a domenica 2 giugno il “Festival Open Playful Space” ha portato lo sport per le strade della Capitale europea della cultura 2019

 

Lo sport e le arti urbane si fondono per animare e trasformare gli spazi cittadini, allargando la fruizione della città oltre il centro storico. È questo lo spirito che ha guidato Open Playful Space, il progetto del Comitato Uisp Basilicata che ha trovato il momento di massima espressione nel festival conclusivo della scorsa settimana a Matera.

Il Festival è iniziato, con una preview, nella giornata di sabato 25 maggio, presso il Centro Sportivo Scirea. I partner di progetto, Muvt ASD, Lacaposciuc ASD, TeatroPAT, Associazione Giallo Sassi, Associazione Joven, Basilicata Board e ASD Sk8ong Team, infatti, hanno realizzato un’incursione nei campetti del centro, presentando le loro attività colorate e dinamiche, come il parkour, e attirando la curiosità dei bambini e delle famiglie presenti. Tutte le attività laboratoriali del Festival sono state guidate e coordinate da coaches di livello internazionale. I workshop di art du deplacement, la pratica che abbina la liberta di movimento alla libertà di pensiero, sono stati coordinati da Laurent Piemontesi, uno dei fondatori della disciplina nata in Francia negli anni ‘80, insieme a Muvt ASD. Numerosi  appassionati e curiosi hanno potuto misurarsi con il parkour imparando a superare ostacoli, camminando e correndo lungo percorsi urbani tra sensazionali acrobazie, salti, arrampicate e scalate. GUARDA IL VIDEO della diretta Facebook realizzata sabato 1 giugno in occasione della MOVE Week, con le attività di progetto.

La preview ha compreso anche la giornata di domenica 26 maggio, con il torneo di calcio a 5. Il torneo, diretto dal comitato regionale Uisp Basilicata, ha riunito tanti ragazzi materani insieme ad alcuni volontari europei e migranti presenti nel territorio lucano in un clima di amicizia e solidarietà. 

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA

Mercoledì 29 maggio, il festival ha presentato una giornata all’insegna della street art: nella mattinata si è tenuto il laboratorio condotto dalla Momart Gallery di Monica Palumbo insieme agli alunni dell’Istituto comprensivo Bramante e all’associazione dei Condomini di Piazza degli Olmi, che hanno terminato l’intervento artistico avviato in occasione delle tappe di avvicinamento al festival. Nel pomeriggio, invece, i due street writers, Giorgio Bartocci e Skolp, hanno dato il via alla realizzazione delle loro opere, rispettivamente presso i gradoni del Parco del Boschetto e in piazza Degli Olmi, al fine di riqualificare determinati spazi della Città dei Sassi.

C'è stata grande partecipazione da parte della comunità materana, protagonista del processo di rigenerazione urbana che mira ad elaborare una serie di azioni in cui gioco, sport, arti urbane diventano la nuova chiave di lettura per la scoperta e la riqualificazione di spazi e comunità, da vivere come luoghi culturali, comuni e accessibili. (Fonte: redazione Uisp Basilicata e www.matera-basilicata2019.it)

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP