Nazionale

“Storia dello sport in Italia”, il nuovo libro di Stefano Pivato e Paul Dietschy

Gli autori hanno analizzato il rapporto tra storia e sport nel contesto italiano ripercorrendo gli eventi dalla seconda metà dell’Ottocento ai nostri giorni

 

In Italia lo sport riveste un importante ruolo sociale come in poche altre nazioni del mondo. Da sempre al centro del dibattito pubblico, le vicende sportive hanno accompagnato il nostro paese attraversando i diversi periodi storici. Tra regimi autoritari e governi democratici, tempi di crisi e di sviluppo economico spesso il verbo sportivo si è fatto interprete del sentimento popolare. Fungendo in alcuni casi da elemento di coesione nazionale, in altri da fattore di profonda divisione, le imprese e i fallimenti dello sport nostrano sono state assunte come metafora dell’andamento del paese.

Con la pubblicazione del libro “Storia dello sport in Italia”, Stefano Pivato, docente di storia contemporanea all’Università di Urbino, e Paul Dietschy, insegnante di Storia contemporanea presso l’Università della Francia Contea, hanno analizzato il rapporto tra storia e sport nel contesto italiano ripercorrendo tappe ed eventi dalla seconda metà dell’Ottocento fino ai nostri giorni.

Il libro si compone di un’introduzione e sei capitoli, nei quali in ordine cronologico si prendono in esame i diversi  periodi storici ed il valore dello sport in essi. Così nel primo capitolo “Un’altra culla dello sport?” gli autori affondano le loro radici sulla tradizione sportiva dell’antichità, nel secondo “Il corpo della nazione” si riferisce al Risorgimento italiano, la Belle Époque e l’avanguardia del Futurismo, nel terzo capitolo “Un ventennio sportivo” si analizza il rapporto tra attività fisica e fascismo, il quarto “Il sorpasso” si concentra sullo sport nell’Italia della ricostruzione del secondo dopoguerra, mentre il quinto è ambientato nei cosiddetti “Anni di piombo” e infine l’ultimo capitolo si sofferma sullo sport “Nell’età della globalizzazione”.

Il volume s’inserisce comunque all’interno di una ricca bibliografia che comprende altri testi nei quali i due autori hanno trattato la tematica sportiva. Stefano Pivato è già autore di testi come “L'era dello sport” (1994), “Momenti di gloria. Manuale di storia e cultura dello sport” (2017)” e “Sia lodato Bartali. Il mito di un eroe del Novecento” (2018). Allo stesso modo sono diversi i lavori nei quali Paul Dietschy si è interessato di sport. Tra i tanti si possono citare “Sport, culture et société en France du XIXe siècle à nos jours” (2006), “Images de sport, de l’archive à l’histoire” (2010) ed il più recente “Le sport et la Grande Guerre” (2018).

Queste e molte altre ricerche pregresse hanno permesso ai due docenti universitari di dare vita a “Storia dello sport in Italia”. Un contributo che secondo il sociologo Nicola Porro, “per l’autorevolezza scientifica degli autori e per la prospettiva ad ampio raggio che il titolo stesso fa intuire, entrerà senza dubbio a far parte della migliore produzione storica sul tema”. (Pierluigi Lantieri)

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

Testata_2019_4

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP