Comitato Territoriale

Brescia

Da Brescia e Roma per riflettere su corpi non conformi e diritto alla pratica sportiva.

Venerdì l'incontro al San Barnaba e sabato al Seminario Nazionale "Genere, corpi, diritti nello sportpertutt*". L'inclusione delle persone trans nello sport è al centro del dibattito interno all'Uisp.

 

In occasione della Giornata Internazionale contro L’omolesbobitransfobia dello scorso 17 maggio, l’Uisp di Brescia, in collaborazione con il Circolo Arcigay Orlando e il Coordinamento Scuola e Formazione - CFST ha proposto un momento di riflessione sul tema dell’inclusione nello sport delle persone in transizione sessuale.

Venerdì, nella prestigiosa cornice dell’Auditorium San Barnaba, grazie al Patrocinio del Comune di Brescia, è stato presentato PLAYOUTun documentario che racconta di una bellissima realtà formatasi a Milano, nella quale lo sport diventa un mezzo per riprendere in mano la propria vita e la propria socialità. La storia raccontata da Noah, Guglielmo ed  Alba, ci parla di una società che ancora non è pronta ad accogliere persone trans e di un mondo sportivo ancora escludente. Quella di Playout però è una storia a lieto fine: lo scorso anno, grazie al supporto di Uisp, è nata la prima squadra di calcio formata da persone trans e non  binarie. Una realtà sportiva che per molte persone è diventata una casa, un luogo fisico (il campo da calcio) e metaforico, dove sentirsi, ed essere considerati, finalmente se stessi. 

“Ci stiamo muovendo anche a Brescia per creare realtà di questo tipo- spiega Francesca Savoldini, Responsabile Politiche di Genere Uisp Brescia - Stiamo dialogando con le nostre affiliate per trovare modalità d’inclusione che siano efficaci e rispettose delle sensibilità di tutt*. A breve, infatti, avvieremo la prima squadra inclusiva di volley 3+3. Abbiamo un tesseramento, quello Alias, che ci permette di garantire a tutte le persone di praticare sport con le stesse tutele e diritti, ora dobbiamo solo aggiornare le nostre attività!”.

La riflessione sulla tematica è proseguita poi sabato 18, a Roma, con il Seminario Nazionale Uisp “Genere, corpi, diritti nello sportpertutt*”, alla presenza di personalità illustri del mondo dello sport e della ricerca.

In mattinata, infatti, sono intervenute, per parlare della condizione, prevalentemente, delle donne, nello sport: Silvia Salis, vicepresidente vicaria Coni; Chiara Marchitelli, responsabile calcio femminile Aic-Associazione Italiana Calciatori; Luisa Rizzitelli, presidente Assist-Associazione nazionale Atlete; Manuela Claysset, responsabile Politiche di genere e diritti Uisp.

Nel pomeriggio, inveve, ampio spazio alle temariche LBTQIA+ ed, in particolare, al tema T (trans) e alle carriere Alias, con Matteo Marconi, ricercatore, Centro di riferimento per la medicina di genere, Iss; Giuseppe Burgio e Alessia Ale* Santambrogio, Università degli Studi di Enna “Kore”; Pasqua Manfredi, vicepresidente Rete Lenford – Avvocatura per i diritti LGBTI+; Mattia Peradotto, coordinatore Unar-Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali – A difesa delle differenze. 

Uisp Brescia ha partecipato al seminario con la Presidente, Paola Vasta e la Responsabile Politiche di Genere, a testimonianza dell'impegno e dell'interesse che il Comitato bresciano riserva alla tematica. 

Un'importante occasione di confronto e scambio con i colleghi dei comitati italiani e con esperti della tematica, per cercare, insieme, di costruire un mondo sportivo che sia davvero inclusivo e per Tutt*!!! (A cura di Francesca Savoldini)

 

 

Siamo aperti dal lunedì al venerdì:

  • dalle 09:00 alle 12:30
  • dalle 14:30 alle 18:30

SDA CALCIO

SDA PALLAVOLO

ASSICURAZIONE E DENUNCE SINISTRI

 infortuni_marsh

PIATTAFORMA SERVIZI ASSOCIAZIONI SPORTIVE

societasportive

UISPRESS

PAGINE UISP