Comitato Regionale

Lombardia

A Cremona si è chiuso il torneo di calcetto in carcere

Si è conclusa con la sfida in quattro atti tra gli alunni del Liceo Aselli e gli ospiti della Casa Circondariale di Cremona l’attività annuale della Uisp nella Casa Circondariale. Si sono giocate quattro partite a calcetto sotto un pallido sole, molto gradito viste le piogge devastanti dei giorni scorsi, e un campo in perfette condizioni. Il Liceo Aselli era presente con una squadra, mentre le diverse sezioni del carcere hanno messo in campo quattro formazioni . Circa quaranta atleti si sono alternati quindi sul campo da gioco , ed il Liceo Aselli ha beneficiato durante le partite di tre detenuti che si sono alternati con ottime prove in porta, essendo i liceali privi di un portiere di ruolo. Come al solito grande correttezza, pochissimi falli, molto fair play nel assecondare le decisioni dell'arbitro , l'immarcescibile Gigi Bertoletti, da quindici anni figura stabile nella Casa Circondariale come collaboratore della UISP, oltre che allenatore apprezzato e molto conosciuto nel calcio giovanile provinciale. Una selezione del Liceo Aselli decisamente valida e competitiva ha ottenuto un insperato e mai accaduto “pareggio“ nella bella mattinata di sport. Infatti i liceali hanno vinto le prime due partite, poi complici la progressiva stanchezza e l elevato valore degli avversari gli ospiti della casa circondariale si sono aggiudicati le ultime due sfide. Alla fine consueto clima rilassato, complimenti reciproci ed un arrivederci al prossimo anno solare.

 

A ritmo di sport e periferie: parla Stefano Pucci

Il Campionato regionale di Modellismo Dinamico

IX Congresso regionale, gli scatti più belli

Motocross, primi passi in sicurezza con la Uisp