Comitato Regionale

Lombardia

A “Matti per il calcio” la Lombardia raddoppia

“Matti per il calcio” edizione numero 13: la Rassegna nazionale dei Centri di salute mentale torna in campo a Montecatini Terme, da giovedì 3 sino a sabato 5 ottobre. La manifestazione organizzata dall’UISP, unica nel suo genere in Italia, è riservata ai Centri di salute mentale delle Asl di tutta di tutta Italia che nel corso della stagione hanno utilizzato il calcio come terapia per favorire la socializzazione e l’autonomia delle persone con disagio mentale, ospitate nelle strutture. 

“L'obiettivo di Matti per il calcio è abbattere barriere e pregiudizi attraverso un torneo che è il punto di arrivo di tante attività territoriali - dice Vincenzo Manco, presidente nazionale UISP - Un modello che tiene insieme molti interventi di sport sociale e per tutti, con continuità e concretezza".

Parteciperanno 12 squadre costituite da utenti dei Centri, operatori e medici, che giocheranno insieme, accompagnati da parenti e amici che organizzeranno un tifo da stadio. Tra queste, in rappresentanza della nostra regione, i milanesi “Bonola Boys” e una rappresentativa formata da giocatori di diverse squadre che partecipano al campionato lombardo DSM UISP: “Sarà un’occasione per stare insieme e fare gruppo - spiega Luigi Montalenti di UISP Milano, tra i principali organizzatori delle varie manifestazioni sul territorio rivolte ai Centri di salute mentale -. Negli ultimi anni le squadre lombarde hanno ben figurato, anche se ovviamente mai come in queste manifestazioni il risultato sul campo è davvero l’ultima cosa che conta”.

Sui tre campi di gioco ricavati nello Stadio Comunale “Daniele Mariotti” di via Maratona 16 a Montecatini, il fischio d’inizio è previsto per giovedì 3 ottobre alle 16, con partite di due tempi di 20 minuti ciascuno in programma per tutto il pomeriggio di giovedì, il mattino e il pomeriggio di venerdì 4 ottobre. Sabato mattina, 5 ottobre, dalle 10, si giocheranno finali e finalissime. A seguire le premiazioni.

“L’Uisp unisce promozione sportiva e sociale: una manifestazione come ‘Matti per il calcio’ ne è una rappresentazione molto evidente – dice Alessandro Baldi, responsabile nazionale Calcio UISP, - in particolare, nel caso di soggetti fragili o svantaggiati, siamo orgogliosi di valorizzare con una Rassegna nazionale il lavoro che quotidianamente viene fatto dalle nostre società sportive nei territori, nel segno dell’inclusione. Ci pare doveroso, però, segnalare le difficoltà incontrate dalle squadre per partecipare alla nostra rassegna nazionale. Da diverse città ci arrivano notizie di problemi burocratici, relativi a permessi e autorizzazioni, di carenza di operatori che non permettono al gruppo di effettuare la trasferta. Assistiamo con preoccupazione a questo fenomeno e siamo accanto ai nostri amici che vedono impedita la loro opportunità di portare a compimento un percorso riabilitativo importante e complesso”.

Fonti: redazione UISP nazionale e UISP Lombardia

 

A ritmo di sport e periferie: parla Stefano Pucci

IX Congresso regionale, gli scatti più belli

Motocross, primi passi in sicurezza con la Uisp