Comitato Regionale

Lombardia

Comunicato ufficiale: dal 17 al 31 Gennaio la Lombardia sarà in zona rossa

Il Decreto della Presidenza del Consiglio del 14 gennaio 2021 contiene nuove disposizioni urgenti per la prevenzione della diffusione del Covid-19, valide dal 16 gennaio al 5 marzo 2021.

Questo DPCM conferma l’individuazione di tre differenti “zone” (gialla, arancione, rossa), corrispondenti a diversi scenari di rischio, e istituisce inoltre, in conformità a quanto previsto dal Decreto Legge n. 2 del 14 gennaio 2021, una cosiddetta “zona bianca” nella quale si collocano le Regioni con un livello di rischio basso.

Fino al 15 febbraio 2021 restano vietati, su tutto il territorio nazionale, gli spostamenti tra regioni o province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma.

In base all’Ordinanza del Ministro della Salute del 16 gennaio 2021, a partire da domenica 17 gennaio la Lombardia è collocata in "zona rossa".

Sono sospese le attività sportive, comprese quelle che si svolgono nei centri sportivi all’aperto, così come tutti gli eventi e le competizioni sportive organizzate dagli enti di promozione sportiva, salvo quelle riconosciute di preminente interesse nazionale da CONI e CIP; le sessioni di allenamento degli sport individuali e di squadra partecipanti alle predette competizioni sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli anticovid. Per consultare l’elenco delle competizioni di preminente interesse nazionale, si rimanda al seguente link che è in continuo aggiornamento.

Restano chiuse palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per le attività riabilitative o terapeutiche).

È consentito svolgere individualmente attività motoria all'aperto in prossimità della propria abitazione, purché nel rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro da ogni altra persona, fatti salvi i casi in cui sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie (salvo che per i soggetti esclusi da tale obbligo).

È altresì consentito lo svolgimento di attività sportiva all’aperto in forma individuale.

Per ulteriori informazioni si rimanda al seguente link dove è possibile trovare le domande e le risposte del Dipartimento dello Sport su cosa e come è possibile fare sport in questo periodo.

Lo sport ti insegna ad avere carattere, a giocare secondo le regole e a sapere cosa si prova a vincere e perdere.

Nonostante le restrizioni, lo sport ed il movimento sono ancora in parte consentiti, perciò vi invitiamo a continuare a fare movimento, nel rispetto di tutte le regole in essere.

Lo sport è salute !

L'attività fisica regolare migliora il rendimento del cuore e la funzione respiratoria, permette all'apparato cardiovascolare di apportare una quantità maggiore di ossigeno all'organismo per ogni battito cardiaco e aumenta la quantità massima di ossigeno che i polmoni riescono ad assorbire.

Sul sito di UISP Lombardia saranno pubblicati i successivi aggiornamenti.

 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

Il Campionato regionale di Modellismo Dinamico

IX Congresso regionale, gli scatti più belli

Motocross, primi passi in sicurezza con la Uisp