Comitato Territoriale

Milano

"L'uguaglianza è in gioco": Fabrizio Barca sullo slogan Uisp

“L’Uisp luogo nel quale si può contribuire a cambiare il mondo”. L’economista è intervenuto all’evento organizzato per i 70 anni dell’Uisp

“La libertà sostanziale che la nostra Costituzione mette all’articolo 3 fa riferimento a tutti gli aspetti della vita umana e afferma che il compito della Repubblica è proprio quello di rimuovere gli ostacoli che troviamo nel nostro cammino – ha affermato Fabrizio Barca, del Forum Disuguaglianze Diversità, intervenendo con un video messaggio alla festa Uisp (GUARDA IL VIDEO) - Ognuno di noi deve vivere la vita che desidera vivere. Un elemento fondamentale è sicuramente quello di essere in rapporto con la natura, con lo spazio, con i luoghi e con il tempo. In questo quadro lo sport assume un valore fondamentale. Negli ultimi 30 anni abbiamo assistito a un restringimento delle possibilità di accesso a diversi campi: nella salute, nella scuola e anche nello sport. Il compito dell’Uisp è quello di consentire a tutti di esprimersi nella maniera migliore”.

Uguaglianza e partecipazione. Al centro c’è la persona, il cittadino semplice. Nessuna differenza, né di genere né di orientamento sessuale. L’Uisp dalle origini fino ad oggi ha radicate nel suo fine questi principi, e il 22 settembre al convengo di Bologna, per la festa dei 70 anni, si sono riaffermati con forza questi elementi. (GUARDA IL VIDEO)

“La promozione sociale all’interno dello sport oggi inizia con una differenza fondamentale - ha detto Barca -L’elemento negativo è l’indebolimento della politica e degli strumenti di rappresentanza.  L’elemento positivo, invece, è la forza in Italia dell’organizzazione di cittadinanza attiva e voglio qualificare l’Uisp per questo. Le persone, oltre a praticare lo sport, possono essere anche coinvolte nel fare qualcosa per gli altri. Questa è la grande novità e questa è la carta che bisogna giocare. L’Uisp, quindi, deve essere vista come un luogo nel quale si può contribuire a cambiare il mondo”.

Fabrizio Barca, dedica spazio anche al risultato, elemento imprescindibile nello sport. “Siamo in una fase in cui bisogna essere più espliciti nell’identificazione di quello che gli inglesi chiamano outcome, ovvero risultato. In Italia, questa parola non deve essere identificata con il numero di gare disputate, quanti finanziamenti si sono ottenuti o quante attività si sono svolte. Risultato vuol dire come ho cambiato la vita delle persone, come ho contribuito a migliorare la vita dei ragazzi, quanti giovani ho allontanato da un gorgo improprio o come li ho aiutati a limitare l’obesità. Andiamo sempre di più verso un mondo dove i finanziamenti pubblici e privati e le capacità delle persone saranno commisurate alla possibilità di quantificare gli effetti degli interventirealizzati. Quello che l’Uisp fa ha questi risultati, e uno sforzo maggiore può fare la differenza”.

La conclusione del video messaggio di Fabrizio Barca era dedicata alle organizzazioni di cittadinanza e al loro lavoro. “Le organizzazioni di cittadinanza non possono lavorare in isolamento. La debolezza dei partiti fa si che se si lavora in isolamento alla fine non si cambia il sistema. Per cambiare il sistema servono alleanze. Lavorare con le altre organizzazioni per Uisp significa riuscire ad avere un impatto maggiore sul proprio territorio, far pesare i nessi tra sport e salute, tra sport e condizioni delle periferie”. (a cura di Sergio Pannocchia - intervista video di Ivano Maiorella e Francesca Spanò)

DOVE SIAMO