Nazionale

Parlare di sport e salute: "I valori come cura"

Laura Pennacchi, economista e filosofa, è intervenuta al seminario regionale Uisp Veneto: l'attuale crisi Coronavirus, il lavoro di cura, il ruolo sociale dell'Uisp

 

Parlare con persone “terze” di sport sociale e per tutti è sempre una esperienza importante: da tempo l’Uisp si sta aprendo a contaminazioni con varie branche del sapere e sta compiendo lo sforzo di leggere il sociale attraverso lo sport, che ne è parte rilevante. Parte da questa premessa Massimo Gasparetto, responsabile politiche per la salute Uisp Veneto che insieme a Claudia Rutka, presidente Uisp Veneto, ha presentato il seminario regionale sui temi della promozione della salute che si è tenuto in modalità on line lo scorso 28 maggio. Aggiungendo che dalla promozione della salute arrivano ispirazioni e “valori” utili in ogni pratica di vita quotidiana. E introducendo la relazione “I valori come cura” di  Laura Pennacchi, economista, filosofa, ex viceministro all’economia nel 1996-98, membro del Comitato scientifico della Fondazione Basso.

Per inquadrare le parole di Laura Pennacchi, è utile ricordare che dal febbraio 2018 l’Uisp è tra le otto associazioni che, insieme ad accademici e ricercatori, ha dato vita al Forum Disuguaglianze Diversità, del quale è portavoce Fabrizio Barca e che ha sede presso la Fondazione Basso, a Roma. Al centro della ricerc-azione del Forum ci sono “15 Proposte per la giustizia sociale” ispirate all’analisi e alle idee di Anthony Atkinson, che intervengono su tre meccanismi di formazione della ricchezza: il cambiamento tecnologico, la relazione tra lavoro e impresa, il passaggio generazionale.

Alla luce di queste premesse, le distanze si avvicinano, anche se la curiosità intellettuale rimane: che rapporto c’è tra l’analisi di una economista e lo sport sociale? E tra cura e valori? “L’emergenza Coronavirus ha avvicinato queste due parole apparentemente lontane, dai significati diversi, dalla natura controversa – spiega Laura Pennacchi - Entrambe condividono un destino di confinamento in una sfera privata, con esclusione di quella pubblica. Tutta la modernità, della quale siamo figli, dall’Illuminismo ad oggi, ha avuto come punto di partenza la necessità di arginare la violenza che aveva insanguinato l’Europa con le guerre di religione. Questa importante funzione dell’illuminismo improntata sulla tolleranza, ha confinato i valori nella sfera privata, accettando il pluralismo dei valori”.

“Questo fenomeno ha compresso l’argomentazione razionale dei valori attraverso il confronto, ed ha prodotto una sorta di loro occultamento, rendendoci ciechi e muti rispetto, ad esempio, alla finalità della vita umana. Il punto è proprio questo: nella nostra società i valori hanno vita propria ma non affiorano, tenuti ai margini da una razionalità strumentale figlia, soprattutto, della scienza economica che nasce con Adam Smith. Che, ricordiamolo, originariamente non poteva dirsi un economista ma era un docente di teoria morale".

"Oggi la scienza economica si è autonominata come scienza della natura, modellata sul dogma del profitto. Con questa logica i valori vengono estromessi dalla sfera della razionalità e confinati nella sfera privata, esattamente come i sentimenti e le passioni”. 

“Nell’emergenza del Coronavirus ci siamo trovati di fronte dilemmi etici, come ad esempio: in una situazione di difficoltà e di penuria di posti letto negli ospedali, chi curare? Chi salvare? E’ sbagliato semplificare e cercare le risposte in una logica strumentale ed economicista, dominata dalla cultura liberista. La domanda ci porta direttamente al conflitto giovani/anziani, venuto fuori spesso in periodo di pandemia Covid-19 in maniera paradossale, mentre ci auguriamo prevalga un’impostazione diversa, quella del patto tra generazioni, fondato sull’”equità tra generazioni”.

Le parole di Laura Pennacchi riportano alla mente una delle proposte di  Anthony Atkinson, tradotte nella proposta n.15 del Forum DD, quella sull’eredità universale: “Deve esistere una dotazione di capitale (un’eredità minima) assegnata a tutti all’ingresso nell’età adulta… Eredità e donazioni inter vivos devono essere soggette a un’imposta progressiva sugli introiti da capitale nell’arco della vita”.

“E ancora – prosegue Pennacchi - che momento è quello della nascita? Un momento fondamentale, nel quale emerge la vulnerabilità e l’interdipendenza verso gli altri, l’interoggettività, la relazione con gli altri. Momenti delicati come questi, carichi di bisogni e di significati, hanno bisogno di passioni e sentimenti, che danno origine al valore di cura”. Ed è in questo passaggio che Laura Pennacchi ha sottolineato l’efficacia dell’approccio Uisp alle tematiche dello sport sociale e per tutti, agganciati ai temi della promozione e dell’uguaglianza in salute. “Il conflitto tra valori va considerato nella sua complessità – ha proseguito Pennacchi - per modificare il vincolo di relazione, per vederlo come spazio dinamico di interdipendenza, di attivazione delle nostre risorse e del senso di responsabilità. L’idea di cura responsabile si amplia nel concetto di sollecitudine a rispondere con attenzione a se stessi e agli altri. Il lavoro di cura è importante non solo nel rapporto duale, materno. E’ alla base delle relazioni sociali. Proviamo ad includere nell’idea dell’altro anche la società, gli altri, la natura, l’ambiente”.

“La Commissione europea, in questi giorni, si è resa protagonista di un grande evento e di un cambiamento di strategia rispetto al passato: investimento invece di austerità – ha concluso Pennacchi - La progettualità futura sarà essenziale per uscire dalla crisi Coronavirus”.

L’ultimo libro di Laura Pennacchi, “De valoribus disputandum est. Sui valori dopo il neoliberismo” (Mimesis Edizioni, 2018) è un utile strumento per approfondire molti temi presenti nella sua relazione. Questo articolo prende in esame soltanto alcuni aspetti toccati dal suo intervento, cercando di cogliere alcuni nessi - in forma sintetica e divulgativa - tra analisi teorica e azione pratica dell'Uisp. (a cura di Ivano Maiorella)

ECCO L’INTERVENTO INTEGRALE DI LAURA PENNACCHI “I VALORI COME CURA”

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

Testata_Uispress_2020

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP