Nazionale

Alluvione Marche: allagata la sede Uisp di Senigallia

La sede del Comitato Uisp è stata invasa da detriti, con circa 40 centimetri di fango che l'hanno resa inagibile. Parla Giorgio Gregorini

 

A Senigallia, la città devastata dalle acque del Misa uscito dagli argini, l'alluvione non ha risparmiato niente e nessuno. Edifici pubblici e attività commerciali sono stati sommersi dal fango. Anche la sede Uisp del Comitato di Senigallia è stata invasa da detriti con circa 40 centimetri di fango che hanno devastato arredi, computer ed hanno reso inagibile la sede. Tutta l’Uisp si stringe intorno all’Uisp Senigallia e all’Uisp Ancona, territorio nel quale ci sono state pesanti devastazioni.

“Purtroppo la sede del Comitato di via Tevere ha subito pesanti danni provocati dall'esondazione del fiume Misa – ha detto Giorgio Gregorini, presidente Uisp Senigallia - Ci siamo messi subito al lavoro per ripristinare i locali danneggiati. Fortunatamente l'attività del Comitato non si ferma ma continuerà a essere svolta presso le strutture del Centro Sportivo Saline, risparmiato questa volta dall'alluvione, per dare supporto ai soci e sostegno alle associazioni. Ringrazio tutti quanti ci hanno espresso la propria vicinanza e disponibilità”.

Mercoledì 21 settembre si sono svolti i funerali delle vittime di Ostra, Giuseppe Tisba e il figlio Andrea, Diego Chiappetti e Fernando Olivi. La messa è stata celebrata nel piazzale “Suor Maria Balducci” di Pianello, la frazione dove tutti vivevano e dove purtroppo la furia della piena del fiume li ha travolti e uccisi. L’Uisp ha partecipato alla cerimonia, per ricordare Giuseppe Tisba, 65 anni, socio Uisp che praticava ruzzola nel GS Ostra

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

Sex Live

Visit free sexy video chat website chat18.webcam.

UISPRESS

PAGINE UISP

SPECIALE COVID-19

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP