Comitato Regionale

Sardegna

Lanusei: evento finale "Differenze"

Progetto Differenze in Ogliastra: chiuso il sipario sul percorso nato per sensibilizzare i giovani e le giovani sul fenomeno della violenza di genere. Interventi di Ibba, Casula, Merlini e Claysset.

 

Dopo un percorso durato oltre 7 mesi, il progetto “Differenze”, promosso dall'Uisp e dalla rete Di.Re. - Donne in rete contro la violenza, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è giunto a conclusione. “Differenze” è stata un’azione sperimentale, atta a stimolare, nei giovani di età compresa tra i 13 e i 19 anni, un percorso di riflessione e crescita individuale sui temi della parità di genere.
In vista dell’evento conclusivo nazionale, che si terrà a Roma il 10 e l’11 giugno prossimo, che da settembre sta coinvolgendo 14 città italiane, proseguono gli eventi finali sul territorio nazionale.
A Lanusei, il comune italiano coinvolto nel Progetto, incastonato nel cuore dell’Ogliastra, nella provincia di Nuoro in Sardegna, lunedì 30 maggio 2022 si è tenuto l’evento finale del laboratorio sperimentale di educazione di genere nelle scuole secondarie di secondo grado per prevenire e contrastare la violenza sulle donne, inserito anche nel P.C.T.O. (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) del Liceo Leonardo da Vinci di Lanusei.
L’evento locale conclusivo si è svolto presso la Piazza del Fico di Lanusei è stato organizzato dal Comitato Territoriale UISP di Nuoro APS, che ha riunito le classi 3ªA - Architettura e Ambiente del Liceo Artistico e 3ªDB del Liceo Linguistico – Spagnolo, per celebrare e portare a conoscenza dell’opinione pubblica il lavoro da loro svolto nel corso dell’anno scolastico, sul tema della Violenza di Genere.
Il presidente di UISP Nuoro APS, Antonello Ibba, ha fatto gli onori di casa e ha sottolineato gli spunti di riflessione e le nuove consapevolezze emerse durante gli interventi della giornata “Più diritti è l’esigenza rivendicata, perché se è vero che molti diritti sono stati conquistati col sangue e la sofferenza, è anche vero che non sono stati mai del tutto garantiti, mentre nuovi diritti vanno ancora conquistati e ratificati, latita invece ancora nelle coscienze il dovere di farsene carico. Ecco da qui la necessità di un percorso concreto e virtuale contrassegnato da pietre d’inciampo, installate per l’occasione lungo la via di un paese, che ci ricordino questo dovere.
Sotto un sole oramai estivo i ragazzi e le ragazze delle due classi coinvolte hanno spiegato i loro elaborati finali, alternandosi con i vari esperti che gli hanno accompagnati nelle attività.
Per il Liceo Artistico una farfalla, con un’ala a significare la resilienza e l’emancipazione femminile e l’altra per la violenza nella sua cruda essenza, e una serie di crudi racconti relativi a protagonisti combattenti, sopravvissuti, che spesso hanno fatto della violenza un trampolino di coraggio per altre persone.
Per il Linguistico, i ragazzi e le ragazze, dopo lunghe riflessioni sul tema dei maltrattamenti di genere, hanno elaborato a loro modo il tema dando vita a questi eccellenti compiti finali.
Dei video hanno aiutato a percorrere il percorso di consapevolezza grazie all’azione del gruppo locale del progetto “Differenze Ogliastra”: Antonello Ibba e Margherita Chessa, educatori sportivi, Alessandra Merlini, Coordinatrice locale del Progetto, e Federico Lotto, tutor creativo. Luisanna Porcu, referente territoriale della rete D.i.RE, durante il percorso formativo ha elaborato dei focus sul tema violenza elaborando il modo in cui si origina la violenza e sulla sua evoluzione.
La presenza dei vertici Nazionali e regionali della UISP hanno arricchito, con la loro presenza e i loro interventi, e reso ancor più significativa, la mattinata di festa e riflessione.
Manuela Claysset, Responsabile Nazionale delle Politiche di Genere della UISP Nazionale, ci dice che “le ragazze e ragazzi delle scuole delle 14 Città coinvolte stanno presentando in questi giorni i propri lavori, si tratta di elaborati, campagne di sensibilizzazione rivolte a propri pari per parlare di contrasto alla violenza sulle donne, discriminazioni e diseguaglianze di genere. A Lanusei i ragazzi e le ragazze hanno dato uno spazio virtuale alle voci e storie di donne che si sono impegnate per contrastare la violenza sulle donne. Attraverso alcune pietre d'inciampo posizionate in una via del centro sarà possibile collegarsi attraverso un QR Code ad uno spazio virtuale per incontrare queste storie. Un'esperienza davvero interessante e interattiva, che può continuare.
Maria Pina Casula, Presidentessa di UISP Sardegna, ci racconta la sua “Emozionante giornata formativa per giovani e meno giovani su un tema molto attuale e dibattuto: le differenze e la parità di genere.” Ha sottolineato l’importanza dei ragazzi e delle ragazze che hanno partecipato al progetto “di aver regalato delle emozioni intense presentandoci il lavoro fatto, le ‘pietre d’inciampo’, piccole targhe incastonate nella stradina che porta al museo cittadino che riportano brevi ma intensi spunti di riflessione, ci hanno raccontato le storie sulle quali hanno elaborato riflessioni personali e di gruppo, confrontandosi in un dialogo aperto tra pari e col supporto degli operatori UISP ed esperti coinvolti.” Continua a raccontarci Maria Pina come “da adulta spesso mi sono interrogata su cosa si può, su quello che io come individuo posso fare per promuovere la cultura dei diritti e della parità, per sensibilizzare i giovani con cui quotidianamente mi confronto, in famiglia, a lavoro, nella comunità sociale in cui vivo. Ecco, io credo che questo sia il modo migliore: raccontare storie, esperienze vissute, parlare con i ragazzi, ascoltare le loro parole e le loro emozioni, trasmettere conoscenza, formarli, dare strumenti, aiutarli a costruire consapevolezza, a riconoscere il pregiudizio e chiamarlo col suo nome per non esserne vittime inconsapevoli. Abbiamo voluto cogliere l’occasione perché questo fosse un momento formativo e di riflessione non solo per i giovani, tutti dobbiamo metterci in gioco.
La Presidentessa Regionale sottolinea l’incontro pomeridiano con Manuela Claysset, tenutosi con i dirigenti UISP di tutto il territorio regionale, “si sono confrontati sul tema approfondendo soprattutto l’aspetto delle discriminazioni di genere nel mondo sportivo, purtroppo ancora troppo evidenti a tutti i livelli. Siamo un’Associazione che ha una lunga storia e forse, proprio per questo, sentiamo forte il senso di responsabilità e la necessità di sensibilizzare e promuovere cultura dei diritti a partire proprio dal nostro mondo e dalla nostra specificità.
Alessandra Merlini, coordinatrice locale del Progetto si è dimostrata entusiasta dell’evento “È stato davvero arricchente coordinare 'Differenze', un progetto di grande rilevanza, visto il tema trattato. Abbiamo cercato di seminare nei giovani e nelle giovani nuove consapevolezze e da loro abbiamo a nostra volta imparato moltissimo. Invito quindi, chiunque ne abbia voglia, ad inciampare in Differenze e ad unirsi a questo percorso di crescita reciproca così da lavorare per un futuro migliore.”
All’evento di Lanusei hanno partecipato, Salvatore Farina, Membro della Giunta Nazionale della UISP, e l’amministrazione Pubblica rappresentata dal Sindaco, l’Avv. Davide Burchi, l’Assessora all’istruzione, Sandra Aresu e l’Assessore alle Politiche giovanili, Renato Pilia.
Particolarmente toccante, l’intervento di Virgilio, un ragazzo del Liceo, interessantissimo e coinvolgente è stato l’intervento della psicologa e psicoterapeuta, Paola Ferreli, mentre molti altri interventi degli esperti, moderati da Andrea Deplano, hanno trovato tutti d’accordo su un punto fondamentale: sono stati fatti molti progressi, ma ancora la strada è lunga per eliminare stereotipi e pregiudizi e per dare l’opportunità alla donna di avere gli stessi diritti dell’uomo.
I 5 collegamenti dal codice QR Code:
1 – Buon Inciampo https://www.uisp.it/nuoro/pagina/differenze-1
2 – Vuoi fare un gesto rivoluzionario. Chiama le cose con il proprio nome. https://www.uisp.it/nuoro/pagina/differenze-2
3 – La violenza non ha nulla a che fare con l’amore. https://www.uisp.it/nuoro/pagina/differenze-3
4 – “Non è un gioco da ragazze". Invece Si! Uisp - Unione Italiana Sport Per Tutte e Tutti https://www.uisp.it/nuoro/pagina/differenze-4
5 - "Solo perché mi piace la danza non vuol dire che sono una femminuccia" https://www.uisp.it/nuoro/pagina/differenze-5
Photogallery: https://www.uisp.it/nuoro/pagina/progetto-differenze
Il progetto Differenze sulla pagina internet nazionale:
https://www.uisp.it/progetti/pagina/differenze-laboratori-sperimentali-di-educazione-di-genere-nelle-scuole-medie-superiori-per-prevenire-e-contrastare-la-violenza-sulle-donne
Pagina social UISP Nazionale Facebook del Progetto Differenze:
https://www.facebook.com/progettodifferenze
 
(interventi raccolti e coordinati da Pietro Casu, Responsabile Comunicazione e Stampa di UISP Sardegna APS)

  

 

 

 

 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE