Struttura di Attività Nazionale

Ciclismo

Foot Bike by night

La Bike Night è diventata un appuntamento fisso per i footbikers italiani, che ormai la vivono come una tappa imprescindibile dell’iniziazione sportiva.

 

Ma cos'è  una Bike Night ???
Bike Night è un evento in bici che unisce la notte, la passione e le persone. Nel 2016 è diventato un vero e proprio tour: con diverse date in città diverse. Da Ferrara a Milano, passando per Bolzano, Udine e Verona, oltre 2500 persone hanno pedalato al buio lungo le più belle piste ciclabili d’Italia. Scenari diversi per lo stesso tipo di esperienza: aggregazione che ha colorato e colorerà di luce le notti d’estate

E noi lo si fa in monopattino, incominciando per diletto, fino a quando non si decide di sfidare se stessi e la notte, partecipando ad una di queste incredibili date.

La preparazione inizia appena finito l’inverno, con allenamenti progressivamente sempre più lunghi ed andature sempre più sostenute, che consentiranno ai partecipanti di coprire la distanza di 100km.

Come sempre, tutto dipende dal punto di vista: 100km in bici sono una distanza abbastanza impegnativa, 100km di corsa, non sono proprio per tutti.

E con il monopattino sportivo ?  si colloca nel giusto mezzo: chi affronta la 100km non deve essere un super-eroe, ma un po’ di gamba deve averla.

Chiediamo a Maria Turra, referente del Foot Bike per UISP Ciclismo
"I mezzi con cui affrontiamo le lunghe distanze sono dotati di ruote da strada, anteriore da 26” o 28”, posteriore da 20”, ma anche da 28”, manubri da triathlon o da MTB, a volte dotati di “corna”.

La partenza avviene a mezzanotte, i tempi di percorrenza variano dalle 4-5 ore per i migliori bikers alle 8-9 ore per i footbikers più lenti, ma la Bike Night non è una competizione, lo scopo è arrivare in fondo, vivere la notte a bordo del proprio mezzo preferito ed assaporare il paesaggio silenzioso che ti circonda, in attesa dell’alba.

In attesa dell'alba

Le tappe che si prestano meglio ai monopattini sono sicuramente la Ferrara-Mare, che inaugura la stagione, e la Milano-Arona, che di solito la conclude. C’è anche chi si è cimentato nella Verona-Riva del Garda, ma le salite lungo il percorso sono molto ardue per chi deve contare solo sulla propria forza propulsiva.

Lungo il percorso si trovano punti di ristoro ogni 25-30km, che interrompono un po’ il ritmo e che consentono di sgranchire le gambe, anche se, in realtà, il monopattino consente diverse posizioni di guida, per cui il carico sulla schiena e sulle articolazioni è molto inferiore, rispetto alla bici, e non c’è traccia del dolorosissimo appoggio in sella…

 La prima volta che abbiamo partecipato alla Bike Night, eravamo pochi, timorosi e spaventati per l’impresa, ma siamo comunque arrivati in fondo, mentre nell’ultima edizione il numero dei partecipanti è schizzato a 14, numero impensabile anche per gli organizzatori, che ormai ci considerano un loro partner.
Anche i tempi di percorrenza si sono sensibilmente accorciati, segno che i footbikers hanno imparato a gestire le energie e che le migliorie tecniche sulle ruote e soprattutto sui mozzi hanno dato i risultati attesi.

Tra i footbikers della prima ora, dobbiamo ricordare il nostro folle, amatissimo amico Stefano Viganò che purtroppo non sarà più dei nostri, a causa di un terribile incidente che l’ha strappato alla vita prematuramente: sicuramente sarà lui a darci la carica nelle prossime edizioni e a “spingerci” verso mète ancor più ambiziose"

 Allora ricordiamo le date

16/06/2018 Ferrara-Mare Bike night Ferrara (Fe)
16-17/07/2018 Milano-Lago Bike night Milano
01-02/09/2018 Verona-Lago Bike night Verona

Dalla redazione UISP Ciclismo
(R.B.)

 

 

 

BIKE CARD Tutorial

Come saprete, in virtù delle convenzioni stipulate ad inizio 2018 sono considerati reciproci per tesseramento:

FCI, ACSI, CSI, CSAIN e UISP

Per i restanti enti di promozione sportiva è previsto il rilascio della Bike Card.Questa permette ai tesserati degli enti AICS, ASI, CSEN, ENDAS, US ACLI, CNS LIBERTAS e OPES di partecipare alle manifestazioni organizzate da FCI, ACSI, CSI, CSAIN, e UISP.
Va specificato che la Bike Card viene distribuita ai propri tesserati direttamente dagli Enti in Convenzione e non a titolo individuale.

Pertanto tutte le società che organizzano raduni cicloturistici su strada devono, in atto d’iscrizione alla propria manifestazione, procedere a richiedere ai ciclisti tesserati per gli enti:
AICS, ASI, CSEN, ENDAS, US ACLI, CNS LIBERTAS, OPES

Questa BIKE CARD (come nell’immagine fac simile sotto) per poter regolarizzare l’iscrizione

Per agevolare le procedure, è possibile verificare la presenza del ciclista nel database della Bike Card, accedendo alla procedura on line direttamente da questo link oppure tramite l’immagine sottostante

Lo ribadiamo, in virtù degli accordi di reciprocità
I TESSERATI FCI, ACSI, CSI, CSAIN e UISP–NON DOVRANNO PRESENTARE NESSUNA BIKE CARD

Squalificati UISP

Formazione UISP Ciclismo

Social UISP Ciclismo

 

Facebook Uisp ciclismo