Nazionale

Un anno di sport contro il razzismo e per la parità di genere

Il 2020 ha visto lo sport protagonista su due fronti di impegno sociale: antirazzismo e diritti delle donne. Il ruolo dell'Uisp contro l'isolamento dello sport

 

Lo sport è un fenomeno sociale e come tale rompe l'isolamento, in almeno due ambiti molto caratterizzati: l'impegno contro il razzismo e quello contro le discriminazioni di ogni tipo, per la partità di genere e i diritti delle donne. Il  2020 si farà ricordare così, anche per qualcosa di buono. Infatti, nell’anno appena concluso il tema dei diritti nel mondo sportivo è spesso stato in primo piano, sia in Italia, sia nel mondo, richiamando l’attenzione del grande pubblico e mostrando che si può migliorare, si possono trovare nuove strade e trasmettere nuove modalità di comportamento. 

Un esempio su tutti è quello del Black Lives Matter, la protesta di massa esplosa negli Stati Uniti dopo l’uccisione di George Floyd, filmata e rilanciata in tutto il mondo come l’ennesima dimostrazione dell’intollerabile uso della violenza fatto dalla polizia statunitense verso la comunità nera. Il mondo dello sport ha subito raccolto l’appello, mettendosi in prima fila nella richiesta di un cambiamento politico e sociale per troppi anni lasciato in sospeso. Sui social sono stati in primis i giocatori dell’NBA a promuovere l’importanza del movimento e a seguire sono arrivati tutti gli altri sport. La protesta è andata avanti per i mesi successivi, con gli sportivi uniti nel gesto simbolico fatto da Colin Kaepernick qualche anno fa, inginocchiato e con il pugno alzato. La protesta ha scavalcato l’oceano ed è arrivata in Germania con i gesti di Thuram, Sancho e Hakimi, e soprattutto in Inghilterra, con i calciatori che ancora oggi, prima del calcio d’inizio, inscenano la protesta; come ha fatto per tutto l’anno Hamilton, campione mondiale anche in questa edizione della Formula 1.

L’NBA è tornata ad inginocchiarsi in questi giorni, dopo l’assalto al Campidoglio di Washington DC da parte dei sostenitori del presidente uscente Donald Trump. I Bucks di Antetokounmpo si sono messi in ginocchio a partita iniziata, con la certezza di essere visti da tutti. 

In questo anno così particolare, in cui le attività sportive si sono dovute fermare a causa dell’emergenza sanitaria l’Uisp è stata protagonista della lotta alle discriminazioni con il lancio dell’Osservatorio nazionale contro le discriminazioni nello sport, grazie al protocollo firmato con Unar-Ufficio nazionale contro le discriminazioni razziali e LunariaGUARDA IL VIDEO DELLA PRESENTAZIONE 

Inoltre, non potendo scendere in campo come ogni anno con le attività dell’Almanacco delle iniziative antirazziste, l’associazione dello sportpertutti ha organizzato un momento di confronto e riflessione sui temi dell’inclusione attraverso lo sport in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, il 20 giugno, con una diretta Facebook organizzata con Unhcr e Unar. Sono intervenuti Carlotta Sami, portavoce UNHCR – Italia; Triantafillos Loukarelis, direttore Unar; Vincenzo Manco, presidente Uisp; Alessandra Morelli, rappresentante Unhcr in Niger; Carlo Balestri, responsabile politiche internazionali Uisp; Luca Cardinalini, giornalista Rai. Inoltre, sono state presentate esperienze e buone pratiche di inclusione attraverso lo sport sul territorio, con collegamenti in diretta da varie città.
GUARDA IL VIDEO DELLA DIRETTA 

E lo sport si è dimostrato campione di inclusione anche sul campo, sono sempre tante le storie di accoglienza che partono da due tiri a un pallone e un lancio a canestro. Una storia particolarmente rappresentativa di quest’anno di sport è sicuramente quella di Junior Messias: giovane brasiliano arrivato in Italia sognando il pallone e i primi calci li ha tirati nelle squadre organizzate dall'Uisp Torino, grazie ai tornei di calcio, sport e inclusione.  E intanto, per vivere, Messias consegnava elettrodomestici, per poi diventare l'idolo dei tifosi crotonesi grazie al suo indispensabile apporto alla scalata alla Serie A. Per approfondire clicca qui 

Un ruolo di rilievo nel racconto del 2020 sportivo lo meritano senz’altro le donne, che guadagnano spazio e visibilità, riuscendo ad ottenere anche qualche tutela in più. Iniziamo da Sara Gama, una delle calciatrici di spicco del nostro Paese e, da quest’anno, rappresentante dei diritti ed esigenze di tutti i giocatori. La capitana della Juventus, è diventata la prima donna a ricoprire l’incarico di vice presidente dell’Assocalciatori: un riconoscimento importante dopo tanti anni di battaglie per il riconoscimento della parità di trattamento, culminato con la decisione di aprire finalmente al professionismo anche il calcio femminile dal 2022.

Infatti, la riforma dello sport approvata in esame preliminare dal Consiglio dei Ministri, introduce nuove tutele per le donne sportive: per il ministro dello sport Spadafora “E’ importante anche a livello culturale superare questo scoglio, attualmente l’attività si svolge tutta all’interno del settore dilettantistico ma si gioverà praticamente della totale equiparazione ai settori professionistici e dilettantistici in materia di tutele lavoristiche, tutele previdenziali e assicurative, con diritto alla malattia, infortuni, maternità”.

Dal 23 al 30 settembre l’Uisp ha reso le donne migranti protagoniste della Settimana europea dello sport, grazie al progetto europeo Spin Women, per cui sono stati realizzati sette video con cui raccontare il rapporto tra sport e inclusione nell’esperienza delle donne migranti, che spesso vivono una doppia discriminazione, di genere e razziale. CLICCA QUI PER LA PLAYLIST con le sette storie di Spin Women 

Ricordiamo, inoltre, il debutto nella direzione di una partita di Champions League dell’arbitra francese Stephanie Frappart, e dopo di lei la crescita del numero di donne in ruoli arbitrali internazionali nell’ultimo periodo. Su questi argomenti l’Uisp ha realizzato un webinar nell’ambito del Mmatera sport film festival, dal titolo “Ma che genere di sport è questo? Sport, media, donne”. GUARDA IL VIDEO (di Elena Fiorani e Ivano Maiorella)

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

Testata_Uispress_2020

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP