Nazionale

Children's Week: senza bambini e diritti non c'è futuro

Cinque incontri on line per la Giornata dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, promossi da Gruppo CRC del quale è parte anche l'Uisp. Parla M. Di Gioia

 

Cinque serate, cinque temi da mettere sotto la lente, oltre trenta interlocutori di rilievo per rilanciare la necessità di una strategia organica per i quasi 10 milioni di bambini e adolescenti che vivono nel nostro Paese, che stanno pagando più di tutti i costi sociali della pandemia in corso.

“Children’s Week. I diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ai tempi del Covid-19, quali sfide per il futuro?” è il titolo dell’evento online promosso dal Gruppo CRC, di cui fa parte anche l'Uisp, e Vita in vista della Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, il 20 novembre. Operatori, esperti, istituzioni dialogheranno insieme a partire dai dati e dalle raccomandazioni contenute nell’11° Rapporto di monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza pubblicato dal Gruppo CRC. Ragazzi e ragazze porteranno il loro fondamentale contributo, perché il “prima i ragazzi” non sia solo uno slogan di facciata.

"La crisi ha portato alla luce, aggravandole e dilatandole, le criticità che le 100 associazioni del network hanno già rilevato da anni - afferma Michele Di Gioia, responsabile politiche educative Uisp - l’assenza dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nella cultura politico-amministrativa e nell’agenda politica e la mancanza di un coordinamento efficace in tale ambito. Come l'Uisp ha già avuto modo di segnalare a più riprese, tra i diritti negati all'infanzia e all'adolescenza ci sono anche quelli del gioco, dello sport e del movimento che richiedono un cambio di rotta urgente nella cultura politica del nostro Paese".

Interverranno i ministri Lucia Azzolina, Elena Bonetti e Giuseppe Provenzano; i sottosegretari Steni Di Piazza e Sandra Zampa; la vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein. Tantissimi gli esperti a cui chiedere spunti per inventare un domani che sia radicalmente diverso dalla ripetizione dell’esistente, sfruttando così davvero l’occasione della crisi come momento di rottura e trasformazione.

Lunedì si palerà di web e social, martedì di sostegno alla genitoralità, mercoledì del nesso fra SDGs e Convenzione CRC (in particolare affronteremo i nodi povertà e ambiente), giovedì sarà la volta delle disuguaglianze territoriali, venerdì chiuderemo con una riflessione a tutto tondo sulla necessità di considerare di più l’impatto su bambini e adolescenti di tutte le politiche. Per il programma delle cinque serate clicca qui.

Punto di partenza sarà sempre il Rapporto realizzato dal Gruppo CRC, introdotto sinteticamente sera per sera da alcuni rappresentanti delle associazioni del network. Quest’anno – ventesimo anniversario del Gruppo – il Rapporto non ci consegna solo una retrospettiva sui passi avanti che sono stati fatti e sui ritardi che ancora permangono, ma allarga lo sguardo sull’impatto della pandemia in corso. Il Covid-19 infatti ha portato alla luce, aggravandole e dilatandole, le criticità che le 100 associazioni del network hanno già rilevato da anni: l’assenza dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nella cultura politico-amministrativa e nell’agenda politica e la mancanza di un coordinamento efficace in tale ambito.

Tutti gli appuntamenti si svolgeranno in diretta sulla pagina Facebook di Vita da lunedì 16 a venerdì 20 novembre, dalle 18 alle 19.

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

Testata_Uispress_2020

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP