Nazionale

Il documentario Uisp "Riace" al premio L'anello debole 2020

“Riace: i Mondiali Antirazzisti nella terra dell’accoglienza” è tra le opere selezionate per il premio internazionale "L’anello debole 2020". I vincitori svelati in autunno

 

Il documentario "Riace", prodotto dall’Uisp nazionale in occasione dei Mondiali Antirazzisti 2019, continua il suo viaggio, dopo la presentazione in anteprima al Matera Sport Film Festival e la proiezione a Lamezia Terme in occasione del corso per giornalisti promosso dal Giornale Radio Sociale, arriva al premio internazionale "L’anello debole" 2020. “Riace” rientra tra i 53 video scelti tra le 116 opere in gara, provenienti da otto paesi del mondo. Nel dettaglio si tratta di 8 audio cortometraggi, 19 cortometraggi della realtà e 34 cortometraggi di fiction. La selezione è stata condotta da una Commissione formata dalla Comunità di Capodarco di Fermo e dall’Agenzia Redattore sociale; le opere selezionate sono ora all’esame della giuria di qualità, presieduta dal giornalista Giancarlo Santalmassi, che in questa edizione sceglierà direttamente le opere vincitrici.

“Riace: i Mondiali Antirazzisti nella terra dell’accoglienza”, con l’ideazione e la regia di Francesca Spanò e Laura Bonasera, racconta la storie di Mustafa e Farhan che si ritrovano ai Mondiali Antirazzisti di Riace dopo aver vissuto, cinque anni prima, l’odissea dei barconi, dalla Somalia a Mazara del Vallo. La loro storia si intreccia con quella di Ali, un ragazzo del Gambia che vive da alcuni anni in Italia, a Matera, dove ha iniziato a lavorare come mediatore culturale in una cooperativa sociale. Il documentario è dedicato a Mauro Valeri, riferimento culturale per l'Uisp e per la lotta al razzismo nel nostro Paese, scomparso nel novembre scorso.

Nel videodoc, della durata di 13 minuti, si incrociano voci, suoni e speranze di circa trecento ragazzi che per tre giorni, dal 5 al 7 luglio 2019, si sono ritrovati "per correre dietro ad un pallone e divertirsi. E non per scappare". 

Il premio internazionale "L’anello debole", nato nel 2005 e promosso dalla Comunità di Capodarco di Fermo, viene assegnato ai migliori video e audio cortometraggi, giornalistici e di fiction, su tematiche a forte contenuto sociale e sulla sostenibilità ambientale. Dal 2010 il premio si svolge all’interno del Capodarco l'Altro festival che quest’anno, a causa dell'emergenza sanitaria legata al Coronavirus, non si svolgerà. Spetterà alla giuria di qualità decretare i vincitori del premio, i cui nomi saranno svelati in autunno. (Francesca Spanò)

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

Testata_Uispress_2020

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP