Nazionale

In Liguria "Mettiamoci in gioco" contro l'apertura di sale scommesse e bingo

L'Uisp Liguria che fa parte del coordinamento contro l'azzardo, rilancia la protesta: "Le sale da gioco sono forse da considerarsi come servizi essenziali?"

 

Il coordinamento Mettiamoci in gioco, di cui fa parte anche l'Uisp, tuona contro la decisione della Regione Liguria di mantenere aperte le sale giochi, le sale scommesse e le sale Bingo contenuta nell’ultima ordinanza regionale.

In una nota i portavoce Chiara Volpato e Domenico Chionetti riprendono le dichiarazioni del ministro della Salute Roberto Speranza intervenuto sul canale La7: “La situazione è molto seria, evitate di uscire di casa. Dobbiamo prestare la massima attenzione per ridurre le occasioni di contagio e noi dobbiamo dimostrare il massimo della responsabilità per garantire sicurezza per noi e per gli altri”.

Mentre da queste fonti governative venivano date indicazioni preoccupanti,. chiudendo tutte le attività passibili di concentramenti e affollamenti, nell’Ordinanza della Regione Liguria n.72 del 20.20.2020 si poteva leggere che le chiusure erano previste per circoli culturali e non per sale giochi, sale scommesse e sale Bingo”. 

“Quale filosofia sottende questa decisione? – chiedono – le sale da gioco sono forse da considerarsi come servizi essenziali? Le sale da gioco indipendentemente dal Covid creano o no un danno alla salute? Queste sono le domande che rivolgiamo al ministro alla Salute e al presidente della Regione Liguria che dovrebbero essere molto attenti alla drammatica dipendenza che crea il gioco d’azzardo”.

Per leggere il comunicato di Mettiamoci in gioco Liguria clicca qui

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

Testata_Uispress_2020

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP