Nazionale

La campagna contro il gioco d’azzardo sale in treno

Anche l’Uisp a Roma alla presentazione della nuova campagna realizzata in collaborazione con Ferrovie dello stato

Nella settimana dal 9 al 15 novembre il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e la campagna Mettiamoci in Gioco, di cui fa parte anche l’Uisp, agiscono insieme per sensibilizzare i cittadini sui rischi del gioco d’azzardo. Sui monitor di bordo delle Frecce Trenitalia e su quelli di Grandi stazioni e Centostazioni verrà trasmesso lo spot della Campagna; negli Help Center di FS Italiane verrà distribuito materiale informativo; il magazine La Freccia dedicherà due pagine al gioco d’azzardo e alla campagna. La comunicazione viaggia anche attraverso gli account social di Fs Italiane con twitter (@FSNews_it e @Lefrecce) e Youtube.

Gli spot intendono far comprendere alle persone che giocano, ma anche ai loro familiari e amici e, più in generale, all’opinione pubblica l’illusorietà dei messaggi di promozione del gioco d’azzardo, in particolare di quelli che promettono vincite facili. Promesse ingannevoli a cui la campagna risponde con lo slogan “Più giochi, più perdi. (È matematico!)”.

L’iniziativa è stata presentata lunedì 9 novembre a Roma alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, dell’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Michele Mario Elia e di don Armando Zappolini, portavoce della Campagna Mettiamoci in Gioco.

“Saluto positivamente questa collaborazione tra Gruppo Ferrovie dello Stato e la campagna Mettiamoci in Gioco - afferma il ministro Delrio - che permetterà di veicolare nei treni e nelle stazioni italiane un messaggio dissuasivo nei confronti del gioco d’azzardo e di informazione rispetto alle conseguenze che genera. È importante che si vogliano raggiungere in questo modo le centinaia di migliaia di persone che ogni giorno si spostano in treno e che le infrastrutture ferroviarie siano veicoli di messaggi costruttivi. Il Governo sta adottando provvedimenti per norme più stringenti nei confronti del gioco d’azzardo ed è al fianco di questa iniziativa”.

“Quando ci hanno proposto di sostenere Mettiamoci in gioco abbiamo subito detto sì – ha dichiarato Michele Mario Elia, amministratore delegato di FS Italiane che ha sottolineato - le stazioni, i treni e tutti i nostri media daranno ampio spazio alla campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo. È una nuova occasione per ribadire il nostro impegno nel sociale – ha continuato Elia – Metterci a disposizione per far conoscere la patologia, fare prevenzione e dare un’opportunità a chi si è ammalato è il nostro contributo, proprio perché la ludopatia è un fenomeno che va fermato. E allora quale momento migliore del viaggio in treno, dell’attesa in stazione per riflettere su questo delicato argomento? Da qui deve nascere – ha concluso l’ad di FS Italiane – la forza che va messa a disposizione di chi è rimasto prigioniero di promesse ingannevoli legate al gioco e delle famiglie di queste persone che ne pagano le conseguenze”.

Don Armando Zappolini, portavoce della Campagna, si è detto “molto contento e grato per la possibilità che ci ha offerto Ferrovie dello Stato di veicolare su Le Frecce e nelle stazioni un messaggio contro i rischi del gioco d’azzardo; è un’opportunità molto importante che ci viene data per diffondere il nostro messaggio, sensibilizzare l’opinione pubblica e indurre a riflettere sulle conseguenze che questo fenomeno provoca. Allo stesso modo voglio sottolineare la disponibilità del ministro Graziano Delrio che, anche in questa occasione, ha mostrato sensibilità e vicinanza alle tematiche sociali. È urgente, a questo punto – ha concluso Don Zappolini – che il Governo si pronunci con delle risposte chiare e forti, a cominciare dalla richiesta che sta venendo da tutte le campagne impegnate su questo tema di introdurre il divieto assoluto di pubblicità del gioco d’azzardo su tutti i media”.

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP