Nazionale

L'Uisp a Rai News sul nuovo Dpcm: effetti pesanti sulle famiglie

Vincenzo Manco è intervenuto su Rai News e Tiziano Pesce su Primo Canale Tv e Radio InBlu: non ci stiamo, lo sport di base è in ginocchio

 

Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp su Rai News: lo sport sociale e per tutti è diritto alla salute ma è anche “economia sociale, economia d’impresa e posti di lavoro. Questo Dpcm chiude tantissime attività ed ha un effetto pesante sulle famiglie italiane”.

GUARDA L'INTERVISTA DI MANCO, UISP, SU RAI NEWS

Nel comunicato diffuso ieri l’Uisp aveva spiegato la sua posizione: “Dall'inizio della pandemia la Uisp è sempre stata sul crinale tra responsabilità verso il bene primario della salute di tutti e il dovere di rappresentanza. Oggi ci sentiamo di dire NO, NON CI STIAMO alle incongruenze che emergono rispetto ai diversi comparti che interessano le nuove misure del DPCM. Non può essere sempre lo sport a pagare le conseguenze pesanti delle scelte”.

Lo sport di base è davvero in ginocchio – proseguiva il comunicato Uisp - non ce lo possiamo più permettere. Chiediamo fin da subito interventi consistenti sul piano delle risorse da allocare, che possano ristorare tutto il comparto sportivo, che riconoscano gli indennizzi a tutti quei lavoratori dello sport che, al pari di tutti gli altri, sostengono le proprie famiglie, i propri figli. NON ACCETTIAMO E NON ACCETTEREMO DI ESSERE CONSIDERATI MARGINALI. Lo sport è parte del progetto di vita di ogni persona, deve avere pari condizioni come per tutte le altre categorie”.

Nel pomeriggio di lunedì 26 ottobre, l’Uisp ha diffuso un nuovo comunicato, finalizzato a denunciare i tentativi di aggirare surrettiziamente le norrme del Dpcm: “No ai furbetti dello sport. Ora davvero basta! Stiamo assistendo in queste ore a comunicati, dichiarazioni, da parte di Federazioni sportive nazionali che stanno predisponendo norme per eludere le disposizioni del DPCM. Gridiamo Vergogna!

Il diritto allo sport di base e per tutti lo si difende rispettando le norme e nello stesso tempo rivendicando la pari dignità e le pari opportunità con gli altri comparti produttivi, come abbiamo avuto modo di sottolineare in questi giorni e in queste ore. Ribadiamo la necessità di predisporre ingenti risorse per sostenere il diritto allo sport e chiamiamo le autorità competenti non solo a vigilare ma ad intervenire pesantemente con sanzioni in merito".

"Non ci stiamo alla gara sull'elusione delle regole - conclude il comunicato - la Uisp vuole giocare pulito: è il nostro patto etico con le nostre Asd, Ssd, i nostri soci e con il paese!”

 Anche Tiziano Pesce, vicepresidente nazionale Uisp, è intervenuto su Primo canale Tv: “Troppe incongruenze, sport in ginocchio: non ci stiamo alle incongruenze che emergono rispetto ai diversi comparti che interessano le nuove misure del Dpcm. Non può essere sempre lo sport a pagare le conseguenze pesanti delle scelte. Lo sport, quello di base soprattutto, ha una valenza trasversale nelle politiche pubbliche a partire da quelle per la salute, ma è altrettanto economia sociale, opportunità di lavoro, con pari dignità rispetto alle altre realtà produttive del paese. Gli investimenti che il nostro mondo ha fatto per garantire la sicurezza e la salute dei praticanti e dei cittadini non possono non essere presi in considerazione".

GUARDA L'INTERVISTA DI TIZIANO PESCE SU PRIMO CANALE TV

E ancora, ha proseguito Pesce: "Lo sport di base è davvero in ginocchio, non ce lo possiamo più permettere. Chiediamo fin da subito interventi consistenti sul piano delle risorse da allocare, che possano ristorare tutto il comparto sportivo, che riconoscano gli indennizzi a tutti quei lavoratori dello sport che, al pari di tutti gli altri, sostengono le proprie famiglie, i propri figli. Non accettiamo e non accetteremo di essere considerati marginali. Lo sport è parte del progetto di vita di ogni persona, deve avere pari condizioni come per tutte le altre categorie".

“A proposito di grandi famiglie dello sport sociale e per tutti, l’Uisp non ha bisogno di presentazioni”: Ugo Scali, giornalista di Radio inBlu, emittente del circuito della CEI, ha introdotto così così l’intervista a Tiziano Pesce andata in onda sabato mattina, 24 ottobre. Pesce ha parlato delle difficoltà dello sport di base e ha citato l’esempio dello storico Trofeo di calcio Il Lavoratore, organizzato da Uisp Genova, che si è dovuto fermare.

ASCOLTA L'INTERVISTA A TIZIANO PESCE SU RADIOinBLU

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

Testata_Uispress_2020

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP